Statistiche
POLITICA

Lacco Ameno, consiglio lampo sulla proposta Ancim

Unanimità sull’approvazione della delibera per il riconoscimento delle isole minori come “area interna ultraperiferica ed omogenea”

Sono bastati meno di venti minuti per approvare la proposta di delibera che costituiva l’unico punto all’ordine del giorno del consiglio comunale di ieri mattina a Lacco Ameno. La delibera in questione era quella relativa al riconoscimento delle isole minori come “area interna ultraperiferica ed omogena”. E l’approvazione è arrivata all’unanimità dei presenti. Alle 12.00 mancavano solo due consiglieri all’appello: Carmela Monti per la maggioranza e Domenico De Siano per l’opposizione. Dopo le non poche voci di turbolenze interne all’amministrazione che hanno caratterizzato le settimane scorse, il clima nella sala consiliare della Torre dell’Orologio era apparentemente calmo. Il presidente del Consiglio Dante De Luise ha relazionato brevemente sulla proposta, leggendo l’invito del sindaco di Forio Francesco Del Deo, presidente dell’Associazione nazionale dei comuni delle isole minori, che sollecitava l’approvazione del documento entro il 30 gennaio prossimo per poi ottenere la delibera del Cipess, il comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile, evitando eccessivi ritardi.

Nel testo della delibera approvata si legge che il consiglio comunale “delibera di approvare la candidatura a partecipare alla Strategia Nazionale per le Aree Interne e alle attività di costruzione della Strategia Unica di sviluppo dei 35 comuni delle isole minori, con l’obiettivo ultimo di migliorare l’organizzazione dei servizi in favore degli abitanti permanenti e temporanei di tali isole, con una particolare attenzione ai servizi di istruzione, sanitari e dei trasporti. La strategia si avvarrà del metodo della coprogettazione e della partecipazione attiva delle Comunità locali e avrà anche l’obiettivo di facilitare i processi di collaborazione intercomunale nel campo di quelle funzioni amministrative, fondamentali per la migliore organizzazione dei servizi stessi” e “di dare mandato all’Ancim per la trasmissione del presente atto al Ministro per il Sud e la coesione territoriale e ai relativi uffici, per le conseguenti valutazioni”. Nelle premesse normative si fa riferimento all’articolo 13 del decreto legge 121/2021 che ha inserito anche le isole del Centro-Nord tra quelle beneficiarie della misura a favore dei giovani imprenditori denominata “Resto al Sud”.

Aniello Silvio per conto dell’opposizione ha annunciato il voto favorevole del gruppo di minoranza, di conseguenza si è raggiunta l’unanimità sulla proposta, consentendo lo scioglimento della seduta già intorno alle 12.20. Intanto, domani è in programma al Consiglio di Stato l’udienza di discussione del ricorso presentato dal Comune contro la decisione del Tar sulla complicata questione del porto turistico, che il tribunale di primo grado ha “congelato” fino a marzo: un’udienza dunque importante su quello che resta uno dei punti principali del programma dell’amministrazione in carica, e che potrebbe condizionare in maniera decisiva anche la politica lacchese nel breve e medio termine.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x