CULTURA & SOCIETA'

Lacco Ameno, Enzo Decaro legge “ll Gabbiano Jonathan Livingston”

All’Auditorium “L. Carriero” l’attore napoletano presta la sua voce a un reading teatrale con musica, dedicato a uno dei testi di narrativa più amati dalle giovani generazioni

Un testo in grado di esaltare il valore dell’amore e della libertà al centro di un reading teatrale a cura di Enzo Decaro, attore napoletano e indimenticabile componente del Trio La Smorfia, fondato assieme a Massimo Troisi e Lello Arena.

Giovedì 29 dicembre alle ore 21, presso l’Auditorium “Leonardo Carriero” di Lacco Ameno, uno spettacolo-evento ricompreso nel cartellone “Procida capitale italiana della cultura 2022”. Un viaggio emozionante alla riscoperta de “Il Gabbiano Jonathan Livingston”, capolavoro della lettura di ricerca firmato Richard Bach che ha appassionato, sin dalla sua uscita nel 1970, intere generazioni di giovani e no. 

La storia di un gabbiano e della sua passione per il volo, non legata a una necessità di sopravvivenza, ma a un’autentica vocazione e a un’elevata ragione di vita, altro non è che un invito a non accontentarsi, ma a ricercare sempre la verità ultima, a superare quei limiti che la società e noi stessi ci imponiamo. 
Una metafora sull’importanza di un (momentaneo) isolamento creativo per approdare poi in maniera più matura e consapevole a quella socialità che è comunque fatta di individui, tutti unici e importanti nella loro singola diversità e nell’essere, finalmente, profondamente se stessi.

Punto di riferimento per tante generazioni di adolescenti, mai un testo letterario è diventato così attuale. È per questo che nel reading “L’isola che c’è – Il gabbiano Jonathan Livingston”, Enzo Decaro sceglie e interpreta, con accurata sensibilità, ironia e speranza, alcuni dei passaggi più significativi del romanzo, portando in scena un’avventura non solo letteraria, visto che le parole saranno accompagnate dalle note del sassofono di Thierry Valentini, del pianoforte di Riccardo Cimino e dai colori musicali del percussionista Moustapha Mbengue. 

Un appuntamento dunque imperdibile per ripensare al gabbiano Jonathan Livingston sotto una nuova luce e in più dimensioni grazie al completamento “sensoriale” dell’opera scritta: sonoro, musicale e ambientale, oltre che vocale. 

Ads

Lo spettacolo è a ingresso libero, senza prenotazioni, fino ad esaurimento posti. 

Dopo il laboratorio archeologico per bambini e ragazzi, parte un’ulteriore iniziativa di creatività e intrattenimento. La Magia del teatro di figura e il tempo creativo è uno spettacolo di tradizione per famiglie a cura dell’Associazione culturale “TMN Compagnia Teatro dei Burattini Ischia”che prevede anche un laboratorio di costruzione del proprio burattino. 

Ads

La suggestione del teatro di figura approda a Lacco Ameno nei giorni delle festività per incantarci con i suoi burattini e le sue storie di tradizione napoletana e di commedia dell’arte. Un gioco dell’immaginazione e della fantasia che può rendere più serene le giornate di bambini e adulti. 
Il primo appuntamento è giovedì 29 dicembre, alle ore 15:30, presso l’Hotel Michelangelo di Lacco Ameno, luogo fortemente simbolico, perché “nuova casa” per tante famiglie sfollate dalle proprie abitazioni dopo la frana che ha colpito Casamicciola il 26 novembre scorso. 

Le altre date dello spettacolo-laboratorio sono fissate il 2 e il 7 gennaio 2023, sempre alle 15.30, ma nel complesso museale di Villa Arbusto. 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex