Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Lacco Ameno, il 2017 comincia il 10 gennaio

LACCO AMENO. Per il Comune del Fungo, il nuovo anno comincia di fatto qualche giorno dopo. È stato infatti convocato il Consiglio comunale in seduta ordinaria per il 10 gennaio in prima convocazione, e il giorno successivo in seconda, sempre alle ore 19:00, per discutere un unico punto all’ordine del giorno: l’approvazione del Bilancio di Previsione dell’esercizio 2014 redatto sulla base dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato, che poco più di un mese fa ha ricevuto l’atteso via libera da parte del Ministero dell’Interno. Comincia quindi l’iter che in tempi rapidi dovrà portare ad adempiere una delle prescrizioni del Viminale, precisamente quella dell’articolo 5 del decreto ministeriale emanato lo scorso novembre, che fa obbligo al comune di Lacco di deliberare tutti gli atti relativi al bilancio degli ultimi tre anni, e precisamente  di “deliberare entro 30 giorni dalla data di notifica del decreto di approvazione dell’ipotesi, il bilancio di previsione dell’esercizio 2014, sulla base dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato, nonché, entro 120 giorni dalla stessa data, il rendiconto 2014, il bilancio di previsione dell’esercizio 2015, il rendiconto 2015, il bilancio di previsione 2016, provvedendo contestualmente alla presentazione delle relative certificazioni”. Di fatto, l’adempimento di tali obblighi potrebbe segnare una nuova partenza per l’amministrazione lacchese, che in questi primi diciotto mesi di consiliatura è stata troppo spesso impantanata nell’incertezza riguardante il riequilibrato 2014, impasse a cui la parola fine verrà messa paradossalmente nel… 2017. Dopo, sarà finalmente tempo di pensare anche all’esame delle istanze creditorie, per cominciare a mettere mano al complicato stato di dissesto finanziario, la vera palla al piede di qualsiasi progetto di sviluppo ad ampio raggio. Il decreto del Ministero, in ogni caso, ha aperto alla possibilità di assumere quelle famose tre unità in più, facendo aumentare l’organico dell’ente di Piazza Santa Restituta da 19 a 22 effettivi, eventualità che dovrebbe permettere alla macchina amministrativa lacchese di raggiungere una velocità e un’efficienza che finora hanno spesso fatto difetto proprio per la  sofferenza dell’organico.

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x