ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

L’isola si interroga sulle tragedie, Ugo Vuoso:«Non bastano le leggi, serve un cambiamento culturale»

«Non è facile commentare un fenomeno come quello degli incidenti stradali sulla nostra isola. Innanzitutto, va riconosciuto che noi isolani guidiamo piuttosto male: sarebbe necessaria un’educazione stradale permanente. In secondo luogo, esiste purtroppo questa tendenza all’eccesso che coinvolge diversi giovani a “sballarsi” tramite l’assunzione di alcolici e di stupefacenti,  e che dunque porta a un “supercontrollo” delle emozioni e contemporaneamente a una mancanza di controllo delle proprie condizioni psicofisiche e dunque dell’attenzione. Una combinazione che oggi ci porta purtroppo a dover piangere la scomparsa di una ragazza di soli vent’anni. Finora si è riusciti a incidere ben poco sul fenomeno, dobbiamo riconoscerlo. Il punto è che bisogna intervenire su una massa di individualità: non basta introdurre una legge. Le normative esistono già, ma se le prescrizioni  contenute non entrano nella cultura, nel modo di essere e di vedere le cose, restano comunque inefficaci. Spesso ce la prendiamo con la scuola, ma poi quando vediamo che i genitori diventano i “sindacalisti” dei propri figli, siamo già a un corto-circuito che delegittima l’istituzione, che a quel punto diventa solo un contenitore di individualità. Una gran parte della responsabilità dunque è degli adulti, che dovrebbero mutare atteggiamento».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close