Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Pascale “torna” sindaco, l’ira del Commissario

L’ex primo cittadino di Lacco Ameno aveva consegnato le fasce tricolori agli alunni eletti “sindaci” delle classi V dell’Istituto Mennella, ma la cerimonia non è affatto piaciuta alla dottoressa Carbone, insediatasi da alcuni giorni alla guida del Comune

Lo si potrebbe definire un incidente diplomatico. Tuttavia non è dato sapere se l’episodio sia stato soltanto un malinteso, senza alcuna conseguenza, oppure se la vicenda avrà qualche conseguenza pratica. Quello che è certo è che il neo Commissario prefettizio da poco insediatosi alla guida del Comune di Lacco Ameno non l’ha presa affatto bene. Parliamo della piccola cerimonia svoltasi due giorni fa all’esterno del Municipio di Piazza Santa Restituta.

Forse alcuni lettori ricorderanno del progetto che l’amministrazione comunale aveva concertato con le istituzioni scolastiche locali. Presso l’istituto Vincenzo Mennella, le classi quinte della scuola primaria avevano eletto al proprio interno tra gli alunni un proprio “sindaco” con tanto di componenti della giunta. Un modo molto efficace per far interessare i bambini al funzionamento della cosa pubblica, un progetto di educazione civica che sin dai primi anni dell’amministrazione guidata dall’ex sindaco Giacomo Pascale si era dipanato a ogni stagione scolastica, con tanto di consegna della simbolica fascia tricolore ai tre “sindaci” di classe. Ebbene, stavolta Pascale non aveva potuto completare l’ideale investitura dei tre ragazzi, in quanto l’ultimo anno scolastico è stato denso di avvenimenti “ostativi”. Innanzitutto, come ogni isolano sa bene, l’amministrazione presieduta dal “Barone” è caduta all’inizio dello scorso autunno, quando la maggioranza si è spaccata determinando la sfiducia verso il sindaco, in carica da quattro anni e mezzo. Pascale aveva comunque mantenuto a livello personale i contatti con le classi in questione, a partire dalla visita d’auguri subito prima del periodo natalizio, mentre con il nuovo anno è arrivata anche l’emergenza sanitaria col pericolo della diffusione del covid-19 a bloccare praticamente ogni attività. Adesso, con la cosiddetta fase 2, l’ex sindaco aveva deciso di consegnare le fasce ai ragazzi delle tre classi, e di farlo all’esterno dell’ingresso del municipio anziché, come avveniva di consueto ogni anno, nella sala consiliare.

Tuttavia, la cosa non è affatto piaciuta al Commissario prefettizio, dottoressa Carbone, la quale si sarebbe letteralmente adirata per l’iniziativa presa da Pascale. Non si conoscono i motivi precisi del fortissimo disappunto (a voler essere eufemistici) che il commissario ha manifestato nel venire a conoscenza dell’episodio. A guardare il filmato della cerimonia, filmata e diffusa in rete, non ci sono elementi che possano indurre a pensare che Pascale si sia attribuito incarichi che non detiene, né tantomeno ha indossato la fascia tricolore. L’iniziativa ha comunque ricevuto il plauso dei sostenitori dell’ex sindaco, il quale tuttora vanta un alto indice di gradimento, non solo a Lacco Ameno.

A voler ipotizzare i motivi che hanno indispettito il Commissario, si potrebbe pensare al fatto che la cerimonia si sarebbe dovuta svolgere alla presenza di colui che detiene le funzioni di primo cittadino, e al momento tale ruolo spetta proprio alla dottoressa Carbone. In sostanza, secondo questo punto di vista, Pascale avrebbe comunque presenziato e diretto la cerimonia di consegna senza rivestire la qualità per farlo, oltre ad aver ricoperto la carica di sindaco in passato e di essere uno dei candidati per le prossime elezioni. Naturalmente queste supposizioni, lo ripetiamo, non hanno alcuna pretesa di completezza. Fatto sta che non è ancora dato sapere se il Commissario intende prendere delle misure per stigmatizzare l’iniziativa dell’ex primo cittadino, pur se sono state comunque acquisite le immagini e il video della breve cerimonia, elementi che sono quindi al vaglio del Commissario. Come detto, per capire se si sia trattato soltanto di un innocuo incidente di percorso o se ci saranno eventuali strascichi, bisognerà attendere.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Lucia 65

Ma ho capito bene che è stata una “cerimonia” del tutto formale? E per una cosa del genere ci si “arrabbia” così tanto????? Evidentemente il commissario prefettizio ha poche cose a cui pensare!!…..

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x