ARCHIVIO 4

Passione fotografia, primo step conseguito con il workshop di Emmanuel Guzzo

di Isabella Puca

Ischia – «La fotografia è probabilmente fra tutte le forme d’arte la più accessibile e la più gratificante. Può registrare volti o avvenimenti oppure narrare una storia. Può sorprendere, divertire ed educare. Può cogliere, e comunicare, emozioni e documentare qualsiasi dettaglio con rapidità e precisione». Scriveva così John Hedgecoe  fotografo britannico e autore di diversi manuali di fotografia. Il più delle volte ci si approccia a quest’arte in modo spontaneo e ci si sente bravi in base a quanti “like” riusciamo ad ottenere anche per una sola fotografia; è ciò che accade oggigiorno quando sono veramente in pochi a voler studiare e capire come funziona una macchina fotografica. È stato proprio questo l’obiettivo del workshop professionale di fotografia di primo livello organizzato dal fotografo Emmanuel Guzzo. Il gruppo di appassionati, partendo da alcuni cenni storici sulla fotografia e dal primo approccio con la reflex, ha approfondito temi come i tempi diaframmi e l’ esposizione fino ad arrivare alla composizione dell’immagine, lo sviluppo dell’occhio fotografico e alle diverse tipologie di fotografia. «Al workshop – ci spiega Emmanuel, docente del corso – hanno partecipato ragazzi amatori, appassionati di fotografia. Successivamente ripeteremo quest’esperienza, mentre questo gruppo, avendo già eseguito il primo livello, continuerà con altri workshop mirati». Dopo aver preso un attestato professionale nel 2009, Guzzo ha partecipato a numerosi seminari di fotografia di moda, reportage, wedding e post produzione. «Il mio amore per la fotografia – ci racconta ancora Emmanuel – è partito come una passione sin dalle scuole medie; all’epoca utilizzavo una macchina analogica di mio padre. Successivamente ho lavorato come assistente e ho avuto numerose collaborazioni con fotografi in terraferma. Avendo la possibilità di ampliare le mie conoscenze, la mia esperienza, soprattutto nel campo delle cerimonie e della fotografia da studio oggi, si può dire, che sono un fotografo affermato». È stato con la pratica che i ragazzi, aspiranti fotografi, si sono messi seriamente alla prova; un’esperienza non facile certo, nella quale però hanno potuto mettere in pratica quanto appreso in teoria.  «Sono contento che, vedendo i miei lavori, questi ragazzi si siano fidati di me e per questo motivo alle lezioni ho dato tutto me stesso. Nell’uscita fotografica ho mostrato molte tecniche di scatto che sono sicuro metteranno in pratica per le loro passioni che sono principalmente scattare paesaggi e creare situazioni di attualità con persone per poi fotografarle». Per molti di loro è stato un modo per riuscire ad avere un approccio più consapevole con la propria macchina fotografica. «La cosa principale, di cui sono fiero, – ha concluso Emmanuel – è che  sono riusciti ad apprendere come pensare una fotografia, svilupparla, scattarla e poi elaborarla esattamente così come era solo nella loro mente».

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button