CRONACA

Paura nella notte, incendio doloso tra Forio e Serrara

Le fiamme sono state domate grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco di Ischia, della Forio CB Protenzione Civile, e S.o.r.u. Campania. Nessuna abitazione coinvolta, ma gravi danni alla vegetazione

L’incendio che due notti fa ha colpito l’ampia zona tra Forio e Serrara Fontana ha lasciato danni non indifferenti. Grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco di Ischia, della Forio CB Protenzione Civile, e S.o.r.u. Campania, dopo una notte intera di lotta contro le fiamme, il vasto incendio è stato fortunatamente prima contenuto e poi domato. Un incendio che secondo molti degli addetti ai lavori è con ogni probabilità di origine dolosa, innescato alle 21.30 circa della sera di giovedì, con le fiamme che hanno sinistramente illuminato la località Montecorvo, con le sirene che attraversavano le strade per arrivare velocemente in zona ed evitare pericoli alle abitazioni circostanti. Nel limitrofo territorio di Serrara Fontana, il fuoco ha raggiunto la località Ciglio, e persino i Frassitelli.

Sebbene non siano state colpite le abitazioni e gran parte dell’area colpita sia composta da terre incolte, a quanto si apprende alcuni vigneti sarebbero stati comunque coinvolti nell’incendio. «Ringrazio i Vigili del fuoco, l’associazione di volontari Forio CB Protezione civile e S.o.r.u. Campania per aver lavorato intensamente affinché le fiamme divampate ieri sera in località Montecorvo non raggiungessero le abitazioni», ha dichiarato il sindaco di Forio, Francesco Del Deo, che ha poi aggiunto: «Il loro impegno ha evitato una catastrofe ulteriore rispetto al grave impatto ambientale subito dal nostro verde. In attesa di appurare l’eventuale matrice dolosa, intensificheremo i controlli per evitare il divampare di ulteriori incendi».

Sull’episodio è intervenuto anche il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, a cui si sono rivolti tanti cittadini ischitani durante tutta la notte per il grave incendio che ha lambito anche delle abitazioni private: «Il nuovo incendio divampato sul monte Epomeo ha distrutto ettari di macchia mediterranea infliggendo un durissimo colpo all’intera isola d’Ischia. A una decina di giorni di distanza da un altro rogo scoppiato a Panza torniamo a fare i conti con le fiamme che lambiscono le case, creando il panico tra le famiglie residenti, e cancellano un patrimonio naturale inestimabile di un’isola famosa in tutto il mondo proprio per i suoi tesori paesaggistici. Bisogna immediatamente verificarne le cause, la natura dolosa e se ci sono eventuali legami tra i due episodi. Purtroppo la mano dell’uomo a Ischia ha già creato disastri inconcepibili con la distruzione sistematica di preziose aree naturali e paesaggistiche. Occorre fare rete tra tutti coloro che amano questa terra per impedire nuovi episodi simili e difendere l’Isola Verde dall’attacco scriteriato di speculatori e devastatori senza scrupoli», ha concluso il consigliere regionale.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex