Statistiche
CRONACA

Procida, i coniugi Regeni agli studenti: “Non rinunciate mai a passioni e verità”

Emozionante incontro in Municipio con i genitori di Giulio. Il consigliere Luigi Primario: “Un privilegio manifestare la nostra solidarietà a Paola e Claudio”

“Sapervi vicini è per noi fondamentale: avvertiamo distintamente l’affetto di chi, come Procida, ci è accanto nella nostra battaglia per la verità e per la giustizia. Quel che possiamo suggerirvi è di andare avanti così, seguendo le vostre passioni e senza mai rinunciare a scegliere, né a dire no alle ingiustizie, di fronte alle quali non bisogna aver paura di dire no, tanto più in Paesi come l’Italia, in cui ci si può esprimere liberamente”.

Così Paola Deffendi e Claudio Regeni, genitori di Giulio, ai giovani dell’isola di Procida nel corso dell’incontro organizzato dal Comune, su iniziativa di Luigi Primario, consigliere alle politiche giovanili, e moderato dal giornalista Pasquale Raicaldo. Insieme all’avvocato Alessandra Ballerini, i coniugi Regeni hanno risposto alle domande di una delegazione di studentesse dell’istituto superiore “Francesco Caracciolo-Giovanni Da Procida”, che hanno indossato i braccialetti e le spille che chiedono “Verità per Giulio”, accompagnati dalla dirigente scolastica Maria Saletta Longobardo, in un pomeriggio intenso e impreziosito da alcune letture del libro “Giulio fa cose”, edito da Feltrinelli.

Sono trascorsi cinque anni dal rapimento in Egitto di Giulio Regeni, poi torturato e barbaramente ucciso dai suoi spietati aguzzini. “Di lui ci manca tutto: ha lasciato un vuoto incolmabile, ci mancano la sua ironia e i suoi abbracci – ha detto Claudio – Ma proviamo a fare il nostro meglio per realizzare ciò che lui avrebbe voluto realizzare”.

“E’ stato un privilegio manifestare la nostra solidarietà ai Regeni – sottolinea Luigi Primario – plaudendoli per il modo in cui sono stati capaci di riversare ogni energia per ottenere la verità, per chiedere che vengano ricostruite le responsabilità e affermare così quel principio di giustizia che costituisce principio fondamentale di ogni convivenza umana e diritto inalienabile di ogni persona”.
All’incontro hanno preso parte anche rappresentanti delle associazioni Procida Coraggiosa e Procidart.18

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x