Statistiche
CRONACA

Serrara Fontana, depositato il nuovo Puc

I cittadini hanno sessanta giorni di tempo per visionare il piano e avanzare osservazioni allo strumento urbanistico

È stato depositato presso l’ufficio tecnico del Comune di Serrara Fontana il nuovo Piano urbanistico comunale, comprensivo del rapporto ambientale e della sintesi non tecnica per la valutazione ambientale strategica (Vas). I cittadini potranno così prenderne liberamente visione, per sessanta giorni consecutivi, in determinati orari: il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00, il martedì e il giovedì dalle ore 16.30 alle ore 18.00. Naturalmente il Puc, con tutti i suoi allegati, è consultabile anche sul sito internet del Comune. Si dà così avvio alla fase delle osservazioni che i cittadini possono avanzare nei confronti dell’importante strumento urbanistico ai sensi della legge regionale 16/2004 e delle attività di consultazione con riferimento al connesso procedimento integrato di valutazione ambientale strategica previsto nell’articolo 14 del D.lgs 152/2006. Durante il periodo di deposito infatti chiunque potrà presentare osservazioni in merito al Puc e al rapporto ambientale. Come si ricorderà, il Commissario prefettizio aveva adottato il nuovo Piano lo scorso 15 luglio, che andrà a sostituire il vecchio Piano regolatore generale, approvato nell’ormai lontano 1984.

Il piano è stato adottato dopo che ad aprile la Regione Campania aveva diffidato il Comune ad adempiere all’approvazione del preliminare del Puc entro 60 giorni, a provvedere all’adozione entro il 30 giugno, e alla definitiva approvazione entro il 31 dicembre. Di conseguenza il Commissario D’Angeli ha approvato il preliminare, composto da 16 elaborati, il 24 maggio scorso, poi dichiarato conforme dal responsabile del servizio tecnico. A inizio giugno si è svolta la prima consultazione a cui parteciparono il Rup e la responsabile dell’autorità procedente per la valutazione ambientale strategica, il progettista e il supporto al Rup. Nuova videoconferenza venti giorni dopo tra gli stessi attori, mentre arrivavano le note della Direzione regionale per la difesa del suolo e della direzione regionale per il ciclo integrato di acque e rifiuti.Poi l’adozione e ora il deposito. Manca quindi ormai poco per l’approvazione finale per rispettare il termine ultimo del 31 dicembre prossimo. In tal senso anche gli altri comuni isolani si stanno dando da fare, sotto la spinta delle diffide della Regione, per approvare lo strumento urbanistico entro la scadenza di fine anno.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x