Statistiche
ARCHIVIO 4

Solstizio d’estate, anche a Ischia la giornata mondiale dello yoga

di Isabella Puca

foto Tommaso Monti

Forio – Erano in tanti mercoledì pomeriggio al Piazzale del Soccorso di Forio d’Ischia, così come tanti erano quelli riunitisi alla fonte delle Ninfe Nitrodi, in occasione della terza edizione della giornata mondiale dello yoga. A Ischia come nel resto del mondo l’evento, grazie alle Associazioni il Germoglio e centro Yoga Napoli, ha visto la partecipazione di molti, tra giovani e meno giovani, che negli ultimi tempi si sono avvicinati a questa disciplina tra le più antiche al mondo. Due gli appuntamenti della giornata mondiale: al tramonto del 21 giugno, ciascuno con il suo tappetino, ha praticato questa rilassante disciplina sul piazzale del Soccorso raccogliendo tutta l’energia del tramonto e, in contemporanea, con l’Associazione Il Germoglio presso la fonte delle Ninfe Nitrodi con tanto di doccia presso la fonte della spa più antica del mondo. Un’esperienza mozzafiato non soltanto per il beneficio ottenuto, ma anche per l’incredibile tramonto che ha tinto di rosa l’intera isola. Soddisfatti gli organizzatori, ma soprattutto i partecipanti che non vedono l’ora di potersi cimentare, ancora una volta, in questa fantastica disciplina che unisce, mettendo in armonia, corpo e mente. E in contemporanea è stato il primo ministro Narendra Modi a guidare, in India, le celebrazioni della Giornata internazionale dello Yoga introdotta dall’Onu due anni fa realizzando per 15 minuti sotto la pioggia gli esercizi fondamentali (asana) di questa pratica millenaria. In un discorso rivolto alle circa 45.000 persone convenute sulla spianata Ramabai Amedkar Sthal di Lucknow, capitle dell’Uttar Pradesh, il premier indiano ha sottolineato l’importanza dello yoga come elemento di collegamento per la collettività globale e come mezzo per consolidare il proprio benessere fisico e spirituale. «C’era un’epoca – ha osservato – in cui lo yoga era una pratica realizzata dai saggi in meditazione nelle caverne dell’Himalaya. Ma oggi esso sta diventando una parte della vita quotidiana della gente, non solo in India ma in tutto il mondo». «Ci sono molti Paesi – ha infine detto – che non conoscono che lingua parliamo e sono all’oscuro della nostra cultura e tradizioni, ma anche lori praticano lo yoga. Proprio nello stesso modo in cui collega la mente con l’anima, questa pratica sta svolgendo un ruolo importante di connettività nel mondo». Dallo yoga al sup yoga ai Maronti, una novità della scorsa estate che ha fatto dell’isola meta di benessere e di sport. Fare yoga sul mare è un’esperienza completa che coinvolge corpo, mente e spirito. Il fisico è messo alla prova nella costante ricerca di equilibrio, rafforzando la muscolatura profonda. La mente si rilassa lasciando a riva lo stress quotidiano, mentre il sole e la brezza marina deliziano la pelle. Inoltre non c’è nulla di più bello che abbandonarsi alle onde durante il rilassamento finale distesi sulla tavola. I vantaggi di questa particolare disciplina sono molteplici: miglioramento dell’equilibrio, utilizzo della muscolatura profonda non esercitabile in altro modo, i benefici di praticare il respiro yogico all’aria aperta, il piacere del sole sulla pelle che contribuisce alla produzione quotidiana di vitamina D e, perché no, anche un rinfrescante tuffo in mare quando si perde la concentrazione necessaria alla posizione perfetta e si scivola dalla tavola. Ancora una volta, Ischia è pronta a riconfermarsi anche per quest’estate meta del wellness

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x