LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Caro Sindaco d’Ischia

I disordini di Lacco Ameno, per fortuna molto moderati, in seguito alle elezioni comunali, devono farti riflettere. C’è stata la rivolta di Spartaco o altro? L’intera isola è in un grande momento di difficoltà. Ha bisogno di politica. La pandemia sta esacerbando gli animi ma riflettendo altre cause coincidono. Il clientelismo spietato esercitato da molti amministratori sull’intera isola, il decadimento della qualità delle classi dirigenti, la crisi occupazionale, l’abbattimento della casta. Occorrono vie d’uscite.

Nel nostro Comune, Ischia, sono state fatte male alcune cose a partire dal fatto di non aver riempito i granai comunali, negli anni di boom, dei proventi dalle tasse.

Con cinquanta milioni di euro in casa, la crisi si sarebbe potuta affrontare con più tranquillità riducendo le tasse alle imprese e curando meglio quella parte della popolazione che soffre di più.

Ma non è solo questo il problema. In prospettiva non si nota nella tua amministrazione il gruppo di comando che potrebbe dare speranza al paese per una svolta consistente. Mi risulta che la tua indole non riesce più a sopportare la mancanza di collaborazione dei consiglieri comunali e della fatiscente giunta comunale. Persone vicine a te fanno trapelare la tua stanchezza. In certi momenti saresti spinto anche a pensare a non ripresentarti alle prossime comunali. Vieni da lontano, ti ho sempre considerato una persona seria, siamo in molti ad aspettarci un segno di responsabilità da parte tua.

Dimettiti. Un buon Commissario prefettizio per qualche annetto potrebbe sistemare tutte quelle cose che qualsiasi amministratore che non vuole suicidarsi non potrebbe mai fare. Tu conosci lo stato dell’Ente che rappresenti. Sai dei disastri amministrativi e tutto il collaterale che non ti permetterà di completare dignitosamente il tuo lavoro. Vi è una improvvisazione generalizzata. Le tue dimissioni in questo momento non sarebbero da vigliacco ma da uomo responsabile e serio. Dai un futuro all’isola buttando a mare tutti gli incapaci. Il gesto che ti chiedo dovrebbe essere d’esempio agli altri Sindaci che purtroppo si comportano non sempre all’altezza del ruolo che occupano. Ischia sta morendo. Salva il paese con una decisione che ti farebbe onore.

Ads

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button