LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar C’é del marcio in Danimarca?

Dopo due anni di amministrazione del Comune da parte del Sindaco Ferrandino, dei consiglieri di maggioranza e delle due Giunte, con tre consiglieri di opposizione che danno una mano alla maggioranza, stanno venendo a galla tutte le problematiche che una politica clientelare non può far continuare in tempi dove dovrebbe brillare una buona capacità di rinnovamento. Qualche hanno fa ho scritto su queste colonne che ad una mia constatazione del grosso credito vantato dal Comune, il Sindaco Ferrandino mi rispose che non poteva far fallire le aziende debitrici. Forse ha preferito far fallire il Comune se come asseriscono i revisori dei conti le finanze dell’Ente non sono molto floride?

Il paese è in difficoltà ed una più attenta conduzione sarebbe stata auspicabile. Tutta la buona volontà del Sindaco è andata ad infrangersi contro una classe amministrativa talmente ridotta male da non aver voluto dare al paese la svolta necessaria. Anche se i venti conduttori  del potere sostengono che è colpa del Sindaco e non loro. Sono tanti gli esempi che saltano agli occhi partendo dalle piccole cose per finire all’incapacità di reggere finanziariamente l’Ente. Si può partire dal baretto al Carcere che viene demolito, con coraggio, ma che poi per accontentare un consigliere comunale verrà forse tra poco ripristinato. Si può arrivare alla mancanza di trasparenza dove si è ha conoscenza di atti già operativi ma non si riesce a rintracciarli sul sito.

E’ pur vero che l’Amministrazione ha leggi che permettono di “nascondere” alcuni atti ma politicamente il cittadino si chiede se una cosa del genere è utile ad amministratori che non accettano la minima ombra sul loro operare. Le cose buone di Enzo. 43 Stalli su 65 del parcheggio Jolly sono già stati occupati a 100 euro al mese con la speranza che ad occuparli siano gli abitanti di via Roma e traverse che non hanno posto auto privato. Questo permetterebbe al Sindaco di mettere finalmente il divieto di sosta permanente in zona. La Zizzì e l’accordo con i taxi azione perfetta ma devono far parte di un progetto di mobilità complessivo.

L’abbattimento dei pini va bene ma perchè non si pensa a rivoluzionare il concetto marciapiede/ strada con marciapiede più stretto strada a senso unico e pista ciclabile? Riduzione concessioni aree marine.Bene. Ma perchè? Dove mettiamo le piccole imbarcazioni? Ci ha pensato l’amministrazione? E per ultimo il Sindaco vuole cittadini e stampa locale che diano una mano a formare opinioni e progetti? O pensa che per non essere condizionato si preferisce addirittura non leggere la stampa locale?

Annuncio
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close