LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar I PUC

Sono due. Il primo è il piano urbanistico comunale che doveva essere portato a termine entro la fine del 2019. Ma come succede spesso sono stati pochi i Comuni che sono in regola. L’ing Fermo mi dice che il nostro Puc tra poco sarà consegnato per l’approvazione in Giunta per poi vederne la pubblicazione. A questo punto saranno le associazioni ed i cittadini a fare osservazioni ed il Consiglio Comunale ad apporvi il sigillo finale. Siamo certi che con un Paolo Ferrandino, che conosce dagli anni 70 del secolo scorso tutte le pieghe urbanistiche e di sviluppo del Comune, il successo finale per il futuro della nostra comunità sarà assicurata. Questo piano rappresenterà la capacità di questa amministrazione nel pensare ad Ischia futura. Sicuramente il risparmio suolo sarà una delle cose principali insieme alla programmazione di una mobilità efficace. Vedremo.

Il secondo PUC è il progetto di utili alla collettività che si potrà richiedere ai percettori del reddito di Cittadinanza. Questo progetto è stato affidato ai Comuni. Si possono, per 16 ore settimanali, effettuare servizi di pulizia delle spiagge, piccoli lavori di manutenzione, gestione delle biblioteche ecc. ecc. Un consiglio ad Ischia Ambiente. Forse dopo 50 anni potremo avere una persona che fornito di una adeguata macchina riuscirà a pulire i marciapiedi dalla cacca dei cani. Nel Comune vi sono circa 300 percettori di reddito. Basterebbe che qualche assessore comunale o un consigliere volesse affrontare la problematica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close