Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Spaccio, obbligo di firma per Vincenzo Di Donna

. È stato convalidato l’arresto di Vincenzo Di Donna, arrestato venerdì scorso dalla Polizia con l’accusa di spaccio di stupefacenti. Il quarantenne ha comunque visto alleggerita la sua posizione: il giudice ha infatti disposto per Di Donna la misura cautelare del solo obbligo di firma a partire da domani. Misura quindi molto lieve rispetto ad altre forme di costrizione. Sulla decisione del magistrato ha pesato anche la condizione di incensurato  dell’isolano, arrestato giovedì sera dali agenti del commissariato di Ischia, guidati dal vicequestore Alberto Mannelli,  ritenendolo responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le operazioni d’indagine avevano consentito agli agenti di localizzare l’appartamento di Di Donna, sito in via Giovanni da Procida a Ischia, come luogo in cui il 40enne era dedito alle attività di spaccio. I poliziotti agirono poco prima delle ore 20.00 entrando nell’abitazione dell’uomo, e al termine di un’accurata ispezione, rinvenendo droga, denaro e attrezzature. In particolare, i poliziotti accertarono la presenza di sei pezzi di hashish per un peso di 60 grammi, ma anche un bilancino di precisione, uno smartphone, una somma di denaro di euro 115,00 ed un coltello per il taglio della droga.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button