Statistiche
ARCHIVIO 5

Spiagge off limits per i disabili 

La denuncia di Raffaele De Crescenzo del Movimento “Dai una svolta alla nostra Isola” , che mette a nudo una delle più grandi carenze del nostro sistema balneare

Ischia ed estate sono sinonimi di mare e relax. Ma non per tutti. Le spiagge dell’isola sono realmente accessibili a tutti? Tante sono le spiagge ischitane che hanno barriere architettoniche. Ischia come l’Italia, d’altronde, è ancora molto indietro al riguardo. Diverse regioni e stabilimenti privati stanno attivamente cercando di adoperarsi con passerelle, carrozzine da spiaggia e altri tipi di facilitazioni.

Ciò nonostante le spiagge attrezzate per i disabili sono ancora troppo poche. Specie se rapportate al numero di persone affette da disabilità. Secondo le stime fornite dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute i disabili nel nostro Paese ammontano a 4 milioni e 360 mila. Ma per l’Instat – che nel suo report sull’inclusione sociale interpreta la disabilità secondo una prospettiva più ampia – arrivano addirittura a 13 milioni e 177 mila. E per tutti loro trascorrere una giornata al mare o una vacanza di relax può rivelarsi un vero incubo. 

Anche per quest’anno la Sezione di Ischia e Procida della UILDM- Unione italiana lotta alla distrofia muscolare- ha messo a disposizione sedie JOB e speciali sdrai per fare il bagno. L’associazione ha messo a disposizione gli ausili per tutti coloro che ne abbiano fatto o ne facciano richiesta. La sedia JoB, acronimo di “Jamme ‘o bagno” (un invito accattivante in dialetto napoletano a fare un bagno in mare), è un prodotto specifico per le vacanze e soprattutto per la balneazione di persone con disabilità. Job risolve il problema di entrare in acqua, favorendo, così, il clima di divertimento proprio di una giornata di vacanza. Grazie a JoB qualsiasi struttura balneare si adegua alle norme in vigore per l’abbattimento delle barriere architettoniche. La speciale sedia è stata messa a disposizione dall’associazione Unione italiana lotta alla distrofia muscolare dal 2013. L’anno successivo, visti gli ottimi risultati ottenuti, il progetto è stato replicato nell’isola di Procida. Attualmente sono sette gli stabilimenti sull’isola di Ischia che hanno spiagge attrezzate e accessibili alle persone con disabilità.

A Barano c’è il Lido Belmare sulla spiaggia dei Maronti. A Ischia il Lido Ippocampo sulla spiaggia San Pietro, il Bagno Di Leva, sulla Spiaggia dei pescatori ed il bagno San Pietro. A Forio, invece, i disabili sono ben accetti al Lido fratelli Mattera, in località Chiaia, al Bagno bar Viola, a Citara). Sempre a Citara c’è anche il lido Il Galeone. Per Raffaele De Crescenzo del Movimento “Dai una svolta alla nostra Isola” “Per una persona in carrozzina, accedere alle spiagge è molto complicato. Troppe barriere architettoniche. Ancor più complicato fare il bagno in mare. Un sogno impossibile da realizzare, in molti casi”. Per l’esponente del movimento civico: “Quello che sta succedendo a Forio sulla spiaggia della Chiaia è un esempio. Ma bisogna affidarsi alle attività dei privati. Per ciò che riguarda il pubblico, ovvero la spiaggia libera, avviene esattamente il contrario. In pratica viene negato il diritto ai disabili di poter usufruire della spiaggia”. “Bisogna rispettare i disabili. La nostra isola accoglie i turisti ma non i disabili. Tra strade rotte, lavori pubblici di lunga durata, mancanza di strutture adeguate e un comportamento, spesso e volentieri, di sufficienza verso chi ha deficit motori, è chiaro, ormai da tempo, che la nostra isola sia ben lontana dal dare la possibilità a chiunque sia in una condizione di disabilità di qualsiasi tipo, di vivere e muoversi liberamente”. E conclude l’attivista del Movimento “Dai una svolta alla nostra Isola” presieduto da Aldo Presutti: “Come movimento isolano siamo accanto ai disabili. Il sindaco di Forio, Francesco del Deo, con la sua amministrazione comunale ben farebbe con un gesto concreto a dimostrare l’attenzione per i disabili. Farebbe un dono a tutta la collettività”.  

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex