CRONACA

Spiaggia libera “occupata”, nuova operazione contro gli ombrelloni abusivi

Continua l’opera di contrasto al fenomeno: ieri sull’arenile di San Pietro sono stati rimosse diverse suppellettili posizionate per garantirsi un’illecita “prenotazione”

Continuano le operazioni di contrasto al fenomeno di occupazione abusiva dei tratti di spiaggia libera a Ischia. Nella giornata di ieri lungo la spiaggia di San Pietro sono stati rimossi diversi ombrelloni e sedie posizionati per garantire una illecita “prenotazione”. Un comportamento che va contro l’ordinanza balneare e le norme che regolano il corretto utilizzo del demanio marittimo. Poco più di una settimana fa un’analoga operazione era stata condotta dal personale del Comando Polizia Municipale e della Guardia Costiera di Ischia, e aveva portato su tutto il litorale comunale al sequestro di numerose attrezzature da spiaggia, con la rimozione di circa 40 tra ombrelloni, lettini e sedie da spiaggia.

La “tattica” è nota: buona parte del materiale rinvenuto era stato lasciato sull’arenile o posizionato per garantire una sorta di diritto di prelazione del tratto di spiaggia libera: sull’arenile non vi era traccia dei possibili proprietari, molti dei quali sarebbero tornati in spiaggia nelle ore successive certi di poter beneficiare, impropriamente, di un posto in prima fila. L’attività rientra nella più ampia operazione che, a livello nazionale, ha consentito di restituire al pubblico uso migliaia di metri quadrati di spiagge libere abusivamente occupate. Rispetto allo scorso anno, il numero di attrezzature rinvenute in spiaggia risulta sensibilmente ridotto. Ad ogni modo, vista l’aumentata affluenza con l’inizio del mese di agosto, l’operazione congiunta tra Capitaneria di Porto e Polizia Municipale continuerà anche nei prossimi giorni, a tutela del libero accesso nelle spiagge libere.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button