POLITICA

Staff del sindaco, Pascale sceglie Francesco Di Spigno  

La decisione del primo cittadino di Lacco Ameno arriva dopo i colloqui motivazionali svoltisi ieri mattina presso il palazzo municipale di Piazza Santa Restituta

Il sindaco di Lacco Ameno, a seguito dei colloqui motivazionali tenutisi ieri mattina presso le stanze del palazzo municipale , ha reso noto il nome del nuovo Istruttore Amministrativo di categoria C a tempo determinato e parziale al 50 % nell’ambito dell’Ufficio di Staff del Sindaco, della Giunta e degli Assessori, alle dirette dipendenze del Sindaco, ai sensi dell’art. 90 del D.Lgs. n. 267/00. Si tratta di Francesco Di Spigno, storico sostenitore di Giacomo Pascale, esponete de Le Ripe, orfano di Papà Prospero, come il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale è metà lacchese e metà casamicciolese. Il fine dell’assunzione del Di Spigno, in passato dipendente del Regina Isabella,  ufficialmente è quella di garantire il conseguimento delle linee programmatiche di mandato e il conseguimento degli obiettivi gestionali con particolare riferimento alla riqualificazione dell’offerta turistico-culturale, alla valorizzazione e comunicazione dell’incommensurabile patrimonio archeologico locale ed al rilancio della struttura museale di competenza.

Solo martedi  scorso il sindaco Giacomo Pascale aveva ufficializzato la terna dei papabili all’incarico interno al suo staff. Ieri mattina la scelta in quello che è risultato  l’elenco dei candidati ammessi, all’esito della valutazione del 1°agosto 2023. Di Spigno classe di ferro 1993 ha sbaragliato la concorrenza di 

Falco Arnalda e Parascandolo Alfonso. L’incarico è collegato “intuitu personae” al mandato del primo cittadino.

Lo schema di contrato con il nuovo staffista è alla  Determinazione Reg. Gen. N. 632 del 02/08/2023 Serv. N. 212 e si regolamenta in attuazione del piano del Fabbisogno 2023-2025. 

L’incarico va infatti con  decorrenza dal 3.8.2023 e sino al 2.2.2024, salvo proroga e per un periodo non eccedente la durata del mandato sindacale, con attribuzione del trattamento economico fissato dal CCNL vigente per l’area degli Istruttori (ex cat. C1) e, ove spettanti, gli altri elementi retributivi fondamentali ed accessori previsti dalla legge o dal contratto collettivo di lavoro.

Ads

Ora toccherà agli uffici provvedere all’accertamento del possesso dei requisiti dichiarati nella domanda di ammissione alla selezione, da parte del candidato, mediante acquisizione della relativa documentazione. Avverso il provvedimento potrà presentarsi ricorso nei modi e nei termini stabiliti dalla legge innanzi al TAR Campania o, in alternativa, al Presidente della Repubblica.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex