ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Via Leonardo Mazzella, eliminare quei “pericoli di morte”

di Gennaro Savio

 

Paurosi dislivelli, buche larghe e profonde, dossi tridimensionali e tombini che per svariati centimetri fuoriescono a lama di coltello dal selciato rendendo pericolosissimo il passaggio a pedoni, automobilisti e scooteristi. Cosi’ come potremmo facilmente dedurre dalla visione di queste disastrose immagini, non siamo sul fondo stradale di un sentiero di guerra, ma siamo in via Leonardo Mazzella a Ischia, in pieno centro e a due passi dal borgo antico di Ischia Ponte. Su questo tratto di strada a causa dell’insensibilità e dell’incapacità politica e amministrativa dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giosi Ferrandino, da circa tre mesi il manto stradale non è stato mai riassaltato e messo in sicurezza come d’altronde lungo altre strade comunali sulle quali sono stati effettuati i lavori pubblici: che vergogna!!! E pensare che all’ingresso della strada, evidentemente per avvertire automobilisti e viandanti dei pericoli, è stato affisso un foglio formato A4 con sopra stampato il segnale di pericolo dossi. Visto il pauroso dissesto stradale, forse era il caso di affiggere un cartello di “pericolo di morte” considerato la pericolosità che incombe come una spada di Damocle sull’incolumità di chi si azzarda a passere di qui a piedi, in auto o in sella ad un motorino.  Ma cosa si aspetta a mettere in sicurezza via Leonardo Mazzella? Aspettiamo che ci scappi prima l’incidente? “Non ne possiamo più della strada dissestata – ci ha dichiarato Gaetano Esposito, residente in via Leonardo Mazzella – qui prima a poi qualcuno si farà male. E’ pericolosissimo passare di qui, soprattutto di sera, bisogna intervenire”. Ma a rendere via Leonardo Mazzella una strada degradata da terzo mondo, non è solo il dissesto stradale. Infatti oltre alle griglie per la raccolta dell’acqua piovana completamente otturate, la strada è ricolma di cumuli di erbacce e fogliame che non vengono rimossi: assurdo!!! Cosa aggiungere se non un appello a chi di dovere.  Sindaco Giosi Ferrandino e Capo dell’Ufficio Tecnico Silvano Arcamone, la situazione di pericolo e di abbandono in cui versa via Leonardo Mazzella, che è lo specchio fedele del totale fallimento dell’attuale amministrazione comunale, è a dir poco vergognosa e indegna di un Paese che aspira a potersi definire civile e non può essere ulteriormente procrastinata nel tempo. Quando vi deciderete, finalmente, a farla mettere in sicurezza?

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button