CRONACAPRIMO PIANO

Villa Mercede riapre alle visite ai degenti, c’è l’ok dell’ASL

Dopo cinque mesi i nonnini della RSA ubicata a Serrara Fontana potranno rivedere i loro cari, seguendo un rigoroso protocollo: l’annuncio dell’ufficio Pastorale Sociale della Diocesi di Ischia

Una notizia che, specie di questi tempi, riempie il cuore di gioia e che in parte nei giorni scorsi aveva annunciato al nostro giornale lo stesso direttore generale dell’ASL Napoli 2 Nord, Antonio D’Amore. Adesso è ufficiale, i degenti ospitati presso la residenza sanitaria per anziani Villa Mercede di Serrara Fontana potranno ricevere nuovamente – sia pure con rigidi protocolli e tutti gli accorgimenti del caso – la visita dei loro congiunti dopo mesi di “solitudine”.

A comunicarlo in una nota ufficiale sono state Marianna Sasso e Pina Trani, co-direttrici dell’ufficio Pastorale Sociale della Curia Vescovile di Ischia che in premessa scrivono: “La scorsa settimana abbiamo ricevuto un accorato appello dai familiari degli ospiti di Villa mercede, in cui chiedevano la possibilità di effettuare visite presso la RSA ai propri congiunti, che non vedevano da oltre cinque mesi, e a cui non volevano far mancare il proprio affetto, in virtù del fatto che la fase emergenziale legata alla pandemia Covid 19, è molto attenuata. S.E. Pietro Lagnese, ha inoltrato subito la richiesta alle autorità locali, in modo particolare alla Direzione Generale dell’ASL Napoli 2 Nord affinchè fossero ripristinate le visite, nel rispetto delle misure di sicurezza atte a tutelare la salute degli ospiti di Villa Mercede, allo scopo prioritario di garantire il ricongiungimento affettivo tra i degenti e le proprie famiglie”.

Marianna Sasso e Pina Trani ricordano poi che “immediata è stata la risposta del Dott. Antonio d’Amore, che in una telefonata mattutina con il nostro Vescovo, ha garantito il ripristino immediato delle visite dei familiari agli ospiti della RSA, ovviamente scaglionate con un calendario giornaliero per garantire la sicurezza di tutti, e con delle turnazioni tempi e luoghi determinati, ciascun ospite entro Ferragosto potrà ricevere il calore e l’affetto dei propri familiari. Questo piccolo risultato ci ha riempito il cuore di gioia, accompagnato dalla consapevolezza che solo facendo rete tra istituzioni e cittadini si possono affrontare le criticità e salvaguardare i diritti specialmente delle classi sociali più deboli. Restando a disposizione per qualsiasi richiesta, auguriamo buon Ferragosto a tutti e auspichiamo sempre un gioco di squadra e una comunione di talenti per risolvere problemi e migliorare la qualità della vita sulla nostra isola”. Insomma, un lieto fine quanto mai auspicato e una strenna non natalizia ma ferragostana per i nonnini di Villa Mercede. Questa sì che è una notizia che fa davvero felici tutti!

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button