Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Vinibuoni d’Italia 2021, il “Vigna del Lume 2019” nell’Olimpo dei vini

Premiate le Cantine Antonio Mazzella che hanno avuto una menzione nella 18esima edizione della guida Touring

C’è anche un pezzo dell’isola di Ischia in ‘Vinibuoni d’Itallia 2021’, la guida Touring dedicata ai vini prodotti da vitigni autoctoni italiani. Si tratta del vino “Ischia Doc Biancolella Vigna del Lume 2019” prodotto dalle Cantine Antonio Mazzella.  Alla 18ª edizione, la guida continua a valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità; inoltre dà indicazioni utili ai consumatori, che apprezzano sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo dei vini autoctoni. Ispirata alla tradizione enologica italiana Vini Buoni d’Italia valorizza le radici locali, il territorio e la tipicità, Vinibuoni d’Italia dà un segnale preciso ai consumatori e al mercato italiano ed estero, sul made in Italy del vino.

La guida è unica, nel panorama italiano e internazionale perchè è la sola dedicata ai vini da vitigni autoctoni, cioè a quei vini prodotti al 100% da vitigni che sono presenti nella Penisola da oltre 300 anni. Vinibuoni d’Italia si basa su un processo di selezione eccezionale per impegno e per trasparenza. Infatti collaborano oltre 80 degustatori riuniti in 21 commissioni di lavoro che operano nella loro regione di competenza. I massimi riconoscimenti sono rappresentati dall’attribuzione delle Corone e delle Golden Star. Le Golden Star non sono altro che i vini che ogni coordinatore regionale già reputa fra i migliori della regione, quindi è da considerarsi un premio di eccellenza a tutti gli effetti. L’edizione 2021 della guida è stata per molti aspetti più difficile rispetto alle precedenti, con una logistica fortemente vincolata dall’emergenza, per i produttori, per i degustatori e per la redazione. «Tuttavia, anche nel momento più critico – fanno sapere dall’organizzazione – non abbiamo mai messo in dubbio la possibilità di portarla a termine, consapevoli del fatto che l’obiettivo di promuovere il meglio della viticoltura autoctona del nostro Paese per Vinibuoni d’Italia fosse quanto mai fondamentale in questo periodo difficile per il comparto vitivinicolo». Quest’anno sono state 1873 le aziende selezionate (+5% rispetto al 2020), e proprio per questo grande numero di campioni ricevuti e per la qualità eccezionale che non è stata scalfita. Una qualità elevatissima che ha portato 800 etichette in finale, selezionate tra i vini con punteggio massimo che si sono ulteriormente distinti nelle varie commissioni regionali e tra gli spumanti Metodo Classico della sezione Perlage. Ed ovviamente tra i migliori c’è il vino “Ischia Doc Biancolella Vigna del Lume 2019” prodotto dalle Cantine Antonio Mazzella.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x