SPORT

Procida, ruggito playoff contro la Puteolana 1909

Con una tripletta di Lorenzo Costagliola e il gol di Davide Ambrosino, i biancorossi rilanciano le proprie ambizioni per la parte alta della classifica

Procida 4

Puteolana 0

Procida: Lamarra, Gamba, Annunziata, Coppola, De Luise, Micallo (18’st Russo), Mazzella, Veneziano (21’st Mammalella), Ambrosino (38’st Landieri), Vanzanella (41’st Calise), Costagliola L. In panchina Atteo, Pisano, Ambrosino S., Onorato, Carannante. Allenatore Giovanni Iovine

Puteolana 1909: Scafuto, Giamia (35’st D’Andrea), Trincone (21’st Aldorisio), D’Isanto, Mellini, Caputo, Carandente (33’st Natale), Sequino, Buonfino, Broscritto (11’st Salvati), Riccio (21’st Sardo). Allenatore Enrico De Falchi.

Arbitro: Pecoraro di Salerno

Reti: 24’pt, 21’st, 43’st Costagliola L., 5’st Ambrosino D.

Note: ammoniti De Luise (Pro), Trincone, D’Isanto, Esposito, Sardo (Put); al 18’st espulso Esposito (Put) dalla panchina; angoli 2-5; spettatori 200 circa.

Roboante vittoria del Procida di Giovanni Iovine che supera per 4-0 la Puteolana 1909. I biancorossi rialzano dunque la testa dopo l’amara sconfitta di una settimana fa contro il San Giuseppe. A firmare il successo del Procida, una magnifica tripletta di Lorenzo Costagliola, che si prende anche la testa della classifica dei cannonieri del Girone B visto che Evacuo contro il Lacco spara a salve. Una tripletta, condita però dal gol di Davide Ambrosino al 5′ della ripresa. A dare ulteriore prestigio ai tre punti del Procida, anche il fatto che Lamarra è rimasto praticamente inoperoso per tutto il match, ordinaria amministrazione a parte. Ottima prestazione da parte di tutto il Procida, con in particolare evidenza Angelo Vanzanella, che non ha subito la pressione del numero 10 sulle spalle ed ha onorato il campo finché le gambe hanno retto.

Il Procida deve rinunciare a Giò Cibelli e Tony Costagliola, infortunati, e a Giorgio Russo, che finisce in panchina, acciaccato come Micallo, ma leggermente più del capitano, che va comunque in campo. Dall’altra parte, la Puteolana va in campo con la solita squadra imbottita di giovani. La prima occasione da gol è del Procida e arriva al 5′ dopo una combinazione tra Vanzanella e Annunziata sulla sinistra, con quest’ultimo che va al cross per la testa di Davide Ambrosino, che però non centra lo specchio della porta. L’incontro è molto combattuto, con il Procida che tiene in mano il pallino del gioco e la Puteolana cerca di organizzarsi come può per partire in contropiede. Al 24′ i biancorossi spingono sulla destra buttando un pallone in mezzo, liberato dalla difesa che però becca in pieno volto il povero Giacinto Veneziano, che involontariamente serve Lorenzo Costagliola, che si accentra e con un destro a giro batte il portiere per il vantaggio del Procida, tra le proteste della Puteolana. Gli ospiti contestano infatti al direttore di gara di non aver fermato il gioco nonostante ci fosse un calciatore dolorante al volto, ma il direttore di gara non fa una grinza e conferma la decisione del gol. Al 36′ dormita della difesa del Procida con la squadra ospite che lancia un pallone in area sul quale Lamarra non esce che diventa buono per Buonfino, che prova ad incrociare il sinistro mandando però il pallone sull’esterno della rete. Al 40′ contropiede della Puteolana che prova ad imbastire un tentativo di pareggio con Caputo che col mancino manda il pallone fuori. Al 42′ occasione per il Procida con Veneziano, ma il punteggio all’intervallo dirà sempre 1-0. Nella ripresa, al 1′ la Puteolana chiede un calcio di rigore, ma l’arbitro non ha niente da segnalare. Al 5′ ottima azione del Procida, con Lorenzo Costagliola in versione assistman dalla sinistra per la testa di Davide Ambrosino, che stavolta non sbaglia la mira e fa 2-0. La risposta della Puteolana non si fa attendere ed arriva sugli sviluppi di una punizione di Mellini con Giua, che di testa manda fuori. Al 16′ occasionissima per il Procida con Veneziano, che in area non si fida del suo destro di prima e preferisce controllare il pallone, mandando poi a lato. Poco dopo si fa male Micallo, costretto al cambio, con Iovine che deve rischiare l’impiego di Giorgio Russo. Sulla panchina della Puteolana, intanto, Esposito è già stato ammonito, ma resta indiavolato e l’arbitro non può che espellerlo senza che nemmeno sia entrato in campo. Al 21′ il Procida chiude i conti ancora con Lorenzo Costagliola, che riceve sulla sinistra, si accentra e sempre con il destro batte Scafuto, che può solo raccogliere per la terza volta il pallone in fondo al sacco. L’incontro è finito e la girandola dei cambi non serve a dare alcuna scossa. Al 43′ azione in contopiede del Procida che manda in area Stany Mazzella dopo un’azione manovrata, col centrocampista ischitano che viene atterrato e si vede concedere il calcio di rigore. Dal dischetto va ancora Lorenzo Costagliola, che manco a dirlo batte ancora Scafuto, facendo 4-0 e tripletta personale. Al 45′, puntualissimo, il fischio del direttore di gara.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close