Statistiche
CRONACA

A Cala degli Aragonesi l’evento Sea Plastics

La svolta green dell’isola di Ischia parte dal porto di Casamiciola per il secondo anno ‘Bandiera Blu approdi’

Sostenibilità, rispetto per l’ambiente, garantendo la qualità e la quantità dei servizi erogati nella piena compatibilità ambientale. Queste alcune delle caratteristiche di ‘Cala degli Aragonesi’ il porto di Casamicciola che, anche quest’anno, ha ottenuto la ‘Bandiera Blu approdi’.  E proprio nell’ambito del programma di Bandiera Blu è approdato a Cala degli Aragonesi il catamarano ‘Imbossible’. Alla manifestazione hanno preso parte 5 studenti e due skipper francesi dell’associazione studentesca francese “Plastics sea” che collabora con quattro laboratori francesi che hanno sede a Parigi: LNE, lo CNAM, l’IPC e Inserm//agroParisTech. Il gruppo di studenti che fanno parte dell’associazione sta navigando lungo le coste del mediterraneo per svolgere attività di sensibilizzazione e per informare i consumatori sull’inquinamento della plastica e sul rispetto dell’ambiente. Ieri mattina a Cala degli Aragonesi c’è stata la presentazione del progetto associativo con la partecipazione del Sindaco del Comune di Casamicciola Terme Giovan Battista Castagna, la Dirigente Istituto Nautico di Forio Prof.ssa Giuseppina Di Guida, la Dr.ssa Barbara Mussi presidente associazione Oceanomare Delphis Onlus, Caterina Iacono delegata Area Marina Protetta Regno di Nettuno, il Comandante Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia. A fare gli onori di casa Antonio Pinto che ha sottolineato come «sia inevitabile la svolta green per l’isola di Ischia». «Non possiamo essere solo spettatori di questo cambiamento che coinvolge tutto il pianeta», ha detto.

L’equipaggio francese catamarano ‘Imbossible’ è partito proprio dalla Spagna prima di passare per le coste spagnole di Barcellona, Valenzia e delle Baleari prima di Arrivare in Italia. Prima dell’isola di Ischia, ci sono state tappe in Sardegna e Sicilia. Il viaggio continuerà con il nord della Sardegna, Corsica e poi il ritorno in Francia in costa Azzurra. Nel corso della traversata, che dura circa 5 mesi, gli studenti francesi, effettuano campionamenti delle acque del mare e studi sull’inquinamento da microplastiche e nanoplastiche. Presenti alla manifestazione anche i ragazzi che stanno effettuando l’Erasmus del mare e dell’ambiente presso l’Area Marina Protetta Regno di Nettuno che hanno mostrato come effettuare correttamente la raccolta differenziata anche in mare. Cala degli Aragonesi ha ottenuto la Bandiera Blu relativa agli approdi per la gestione del territorio e l’educazione ambientale messe in atto al fine di preservare l’ambiente e promuovere un turismo sostenibile. La Foundation for Environmental Education, ovvento l’ente che riconosce la Bandiera Blu, ha preso in considerazione alcuni indicatori per l’assegnazione delle bandiere. L’esistenza ed il grado di funzionalità degli impianti di depurazione; la percentuale di allacci fognari, la gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi; le iniziative promosse per una migliore vivibilità nel periodo estivo e la cura dell’arredo urbano nonché la possibilità di accesso al mare per tutti senza limitazioni.

Foto Franco Trani

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x