Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

«A Forio non c’è libertà d’espressione, si vive nel terrore»

Clamorose e pesantissime accuse del consigliere di minoranza Dino D’Abundo, che in una inedita intervista a Il Golfo parla del clima, definito insopportabile, che si respira all’ombra del Torrione

Sei a metà della tua prima esperienza in politica dall’interno, come consigliere comunale: qual è il tuo bilancio personale e quali sono le tue sensazioni?

“Ciò che accade in consiglio comunale personalmente mi fa davvero male: dal versante della maggioranza vedo solo tanta demagogia e tante bugie, tanta disonestà e noto ben poco rispetto verso i cittadini foriani, presi continuamente per i fondelli. Io sono sceso in campo, approcciandomi alla politica, per il semplice fatto che non potevo più vedere Forio nelle condizioni in cui versa tutt’ora. Negli ultimi 10 anni, il paese ha fatto mille passi indietro, regredendo col tempo nel degrado e nella malagestio più estremi possibili; siamo scesi davvero in basso, soprattutto con l’ultima amministrazione. Questo è l’unico bilancio che mi sento di fare”.

In che cosa, a tuo avviso, è da bocciare l’operato dell’amministrazione Del Deo? E c’è qualcosa che invece salveresti?

“Riguardo l’amministrazione Del Deo ritengo innanzitutto che i tempi ed i modi con i quali agiscono sono completamente sbagliati, è sotto gli occhi di tutti: basta guardare lo stato in cui versano i muri di contenimento al di sotto di Via Mazzella, dove i lavori sono stati eseguiti ben tre volte a causa di un incrinamento del muro stesso. Noi, come opposizione, avvisammo l’amministrazione delle irregolarità sulla scelta delle aziende costruttrici e sul loro modo di eseguire i lavori, ma chiaramente non fummo ascoltati. Ogni cittadino può rendersi conto che ciò che l’amministrazione sta facendo è completamente sbagliato. Oggi il nostro paese non vive di libertà di espressione e di azione; le persone hanno così paura di queste persone che non possono più nemmeno dire pubblicamente la loro opinione per paura di ritorsioni o di intimidazioni e questo avviene quotidianamente, a danno di comuni cittadini o imprenditori continuamente vessati. Tornando ai danni dell’amministrazione, potrei continuare all’infinito citando lo stato della condotta pluviale Forio-Panza, lo stato di degrado del campo sportivo di Panza e di Forio, le condizioni pietose delle strade principali del paese, la sosta indecorosa dei camion della nettezza urbana al parcheggio dei Marinai d’Italia, lo stato di abbandono del molo borbonico, il disastro nei lavori e nei tempi dei lavori sulla strada di fronte il Bar “La Lucciola” e non solo. Sinceramente dell’amministrazione Del Deo non posso salvare assolutamente nulla: non abbiamo nemmeno un piano turistico, altre mete come Capri e addirittura la splendida Procida fanno molto meglio di noi nonostante qui avremmo molto di più da offrire. Credo proprio che gran parte dei turisti non facciano, giustamente, buona pubblicità nei confronti di Forio. Tra un anno ci sono le elezioni e l’attuale amministrazione è già in piena campagna elettorale anziché dedicarsi a risolvere i problemi del paese, come le condizioni disastrate del quartiere di Monterone, dove non c’è nemmeno l’agibilità per la sosta delle auto e dove il Sindaco prende in giro i cittadini dicendo che a Monterone lui non fa pagare il parcheggio agli abitanti, quando lì le strisce sono bianche da sempre. Devo parlare anche del fatto che a ridosso della Spiaggia della Chiaiatutte le mattine ci sono i camion della Supereco che fanno il travaso dei rifiuti in compagnia dei bagnanti? Senza il lavoro incessante ed eccellente dei netturbini, che ringrazio di cuore, a Forio saremmo sommersi dai rifiuti. Cosa potrei salvare di questa amministrazione?”

«Negli ultimi 10 anni, il paese ha fatto mille passi indietro, regredendo col tempo nel degrado e nella malagestio più estremi possibili; siamo scesi davvero in basso, soprattutto con l’ultima amministrazione. Questo è l’unico bilancio che mi sento di fare»

Ads

La vicenda della chiusura del Bar Maria ha fatto discutere. C’è chi addirittura ha parlato di un’iniziativa politica di stampo ritorsivo da parte del Sindaco, forse esagerando un po’. Cosa ne pensi?

Ads

“Su questa vicenda si sono già espressi ampiamente Stani Verde ed Enzo Di Maio. Io spero che non si sia trattato di una ritorsione politica, ma se così fosse, sarebbe un atto gravissimo e l’amministrazione dovrebbe solo dimettersi ed andare a casa. Sanny Mattera, il proprietario del locale, deve chiaramente capire che ci sono delle regole che vanno rispettate ed è giusto bacchettarlo, ma lui ha anche delle responsabilità nei confronti dei suoi dipendenti e non lo si può obbligare a chiudere per venti giorni, quando ci sono diverse altre attività che non sono altrettanto a norma. Noi non dovremmo fare la politica del distruggere, ma quella del costruire, e la politica di Del Deo non ha costruito nulla, ha solo seminato odio. Tutti dovrebbero capire che la politica in questo modo non si può fare, non se ne può più delle loro intimidazioni a cittadini e commercianti”.

Panza lamenta da sempre di essere la parente povera di Forio. Cosa c’è di vero in merito a tuo avviso?

“Io sono un panzese e quando si parla di Panza mi viene la pelle d’oca. La mia famiglia ha scritto la storia di Panza e vedere la frazione in quello stato di abbandono mi fa molto male, vedere Sorgeto nelle attuali condizioni di degrado mi fa altrettanto male. Ci sono gravi problemi a Panza, partendo dalle condizioni delle strade fino ad arrivare all’abbandono selvaggio dei rifiuti e allo stato in cui versa il centro storico e l’attuale amministrazione non ha fatto davvero nulla per migliorare le condizioni di vita dei cittadini panzesi”.

«Oggi il nostro paese non vive di libertà di espressione e di azione; le persone hanno così paura che non possono più nemmeno dire pubblicamente la loro opinione per paura di ritorsioni o di intimidazioni e questo avviene quotidianamente con le vessazioni che sono all’ordine del giorno»

Spesso lo abbiamo chiesto al Sindaco, ma mai alla minoranza. Cominciate già anche voi a guardare alle prossime elezioni? E con quale squadra? E soprattutto, Stani Verde sarà ancora il candidato sindaco?

“Io sono pienamente convinto del fatto che Stani Verde debba essere di nuovo il nostro candidato sindaco, per le sue idee, il suo coraggio ma soprattutto per la sua onestà. Stani è giovane, ha una grande forza, ha dimostrato di saper essere un imprenditore di successo e di avere carattere per fare il sindaco e governare Forio per migliorare davvero il paese. Mi auguro vivamente che la popolazione possa supportarci alle prossime elezioni per andare finalmente a governare il paese tutti insieme, nell’interesse di Forio e dei foriani tutti”.

Articoli Correlati

5 1 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x