Statistiche
POLITICAPRIMO PIANO

Ce lo avevano già detto

L’accordo tra Enzo Ferrandino e i neo consiglieri di maggioranza ha radici lontane e così emergono anche i messaggi (nemmeno tanto) “sibillini” lanciate in due interviste al nostro giornale da Gianluca Trani e Luigi Di Vaia. I mal di pancia di chi vede diminuire il suo peso all’interno della maggioranza

E vissero tutti (o quasi) felici e contenti. Avevamo titolato così domenica in prima pagina e non pensate che quel quasi tra parentesi fosse casuale o una semplice licenza poetica. Perché, inutile nasconderselo, non tutti fanno salti di gioia per l’ingresso in maggioranza dei consiglieri comunali Gianluca Trani, Giustina Mattera e Luigi Di Vaia. Ma, nell’attesa di scendere nei dettagli, non mancano coloro che ricordano come – verosimilmente in maniera del tutto casuale (o no?) – gli scenari che poi sono andati a configurarsi erano stati paradossalmente già anticipati sulle colonne del nostro giornale dai protagonisti della vita politica ischitana. Aveva iniziato Gianluca Trani, che il 10 gennaio scorso in un’intervista a Il Golfo, quando fu “stuzzicato” relativamente alle elezioni amministrative in programma nel 2022 e a due schieramenti che ormai parevano granitici e consolidati aveva risposto in maniera sibillina: «Gli scenari, in politica, non sono mai definiti del tutto. Chi si illude e dà per scontati scenari di lungo periodo, avrà brutte sorprese… ». Una frase buttata lì e che all’epoca lasciava presagire qualche rimescolamento delle carte, ma che letta oggi a posteriori appare quasi profetica. In fondo, più sorpresa di così davvero era lecito attendersi, anche perché fino a qualche giorno fa nessuno ci avrebbe scommesso un euro.

profezia

Passa poco e sempre sul nostro giornale appare una nuova intervista a Luigi Di Vaia, e stavolta gli indizi su quello che sarebbe accaduto non erano nemmeno così celati. Al vicesindaco d’Ischia rivolgemmo questa testuale domanda: “In una recente intervista sempre al nostro giornale Gianluca Trani ha detto che chi non si aspetta sorprese resterà deluso. Eppure gli scenari allo stato dell’arte sembrano chiaramente delineati, o sbaglio?”. La risposta del nostro interlocutore fu perentoria e all’apparenza fece anche rumore: «Se Gianluca vorrà fare una sorpresa al paese, la più grande sarebbe quella di pensare a come mettere a disposizione le sue capacità per Ischia, in un momento tanto delicato come quello che stiamo vivendo: ci sono centinaia di famiglie in difficoltà anche nel mettere il solo piatto a tavola e ho il sospetto che il momento più duro debba ancora arrivare. I morsi della crisi aggravata dal covid e della pandemia, in sostanza, non si sono ancora sentiti appieno. Ecco perché mi aspetto da Gianluca Trani e dagli amici della minoranza che trovino il modo di essere collaborativi e lavorare per il bene e l’avvenire di questo paese purtroppo martoriato da una serie di vicissitudini».

Le parole di Luigi, su questo ci sono ben pochi dubbi, lasciano intendere in maniera chiara come il vicesindaco fosse quasi già a conoscenza dell’esistenza di una trattativa. E d’altronde alcune “gole profonde” riferiscono che il ragionamento ed il dialogo tra Enzo Ferrandino e Gianluca Trani fossero già iniziati nella fase finale dello scorso anno solare, fino a concretizzarsi all’alba del mese di marzo. Insomma, mettiamola così: evidentemente i segnali erano arrivati ma noi non siamo stati così bravi nel recepirli, anche se oggettivamente non era facile. Ma dicevamo dei malumori, che poi restano soltanto sulla carta dal momento che in questo momento Enzo ha costruito una “nave” tale dalla quale non conviene a nessuno scendere, visto che siamo davanti a una corazzata che salvo sorprese si appresta a fare una “passeggiata” nelle elezioni amministrative del prossimo anno. Ma a qualche consigliere comunale il fatto di non potersi recare più nel palazzo municipale di via Iasolino a tirare Enzo per la giacchetta (soprattutto nell’imminenza dell’appuntamento con le urne) alzando sempre più la posta rappresenta un notevole fastidio. Come coricarsi con un fucile a canne mozze sul comodino e risvegliarsi con una pistola ad acqua.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Carlo

Gianluca va dove ti porta la corrente. Ora nuovo attendente di Enzo. Maggioranza, opposizione, l’importante è mangiare tutti nello stesso piatto.

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x