ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Gilet Azzurri a Casamicciola, la Di Scala: «E’ tempo di Comune Unico”

CASAMICCIOLA TERME – Correva l’anno 1994 quando Silvio Berlusconi decise la sua fatidica “scesa in campo” che ha segnato il periodo storico-politico nato sulle macerie della Prima Repubblica. 25 anni fa il Cavaliere riuscì a conquistare, con un gioco di alleanze da attento stratega, Palazzo Chigi in pochi mesi. Oggi, a un quarto di secolo di distanza e carico di 82 anni di vita non certo noiosa, Silvio Berlusconi tenta nuovamente il colpo di coda ai sondaggi, candidandosi alle prossime elezioni europee. Un indissolubile della politica che per festeggiare il quarto di secolo della sua creatura politica e strizzando l’occhio al movimento di protesta nato in Francia dei gilet gialli, ha invaso le piazze con i gilet rimodulati cromaticamente di un azzurro che per tanti anni ha contraddistinto rotta politica italiana.

Per ricordare i 25 anni di Forza Italia – recita il comunicato stampa azzurro – saremo fra la gente, in tutte le Province italiane con i nostri Gilet Azzurri”: Il 26 gennaio 1994 in tv la discesa in campo di Silvio Berlusconi. “Una giornata di mobilitazione e di impegno politico, in cui con tutti i nostri esponenti, simpatizzanti, sostenitori saremo nelle piazze a raccontare ai cittadini i danni che sta provocando il governo gialloverde all’economia italiana e le nostre proposte per scongiurare la recessione e per creare sviluppo e lavoro. Accanto ai gilet azzurri con su scritto ‘giù le mani dall’Italia che lavora e che produce’, ci saranno anche quelli con le nostre proposte: “meno tasse e più lavoro” per realizzare l’equazione liberale dello sviluppo e del benessere”.

“Anche se abbiamo governato solo 9 di questi 25 anni, sono tantissime le cose che abbiamo fatto e di cui andare fieri”, “sono convinto che nei prossimi 25 faremo ancora meglio e di più”. In Piazza Marina -presente anche per dare man forte all’importante campagna di sensibilizzazione dell’Acuii, l’associazione per il comune unico presieduta da Rosa Maria D’Orta –  c’era anche la consigliera regionale azzurra Maria Grazia Di Scala. “Qui a Casamicciola – ha evidenziato la consigliera regionale – siamo scesi in piazza a Casamicciola per ricordare la vicinanza del partito di Forza Italia all’idea di unità amministrativa dell’isola d’Ischia. Stare in piazza, tra le gente, ci ha dato l’occasione per parlare con i cittadini dei problemi quotidiani. Con amici di vecchia data abbiamo raccolto adesioni al partito in vista dell’importante appuntamento elettorale delle elezioni europee e ricordato i vantaggi che potrebbe portare il Comune Unico a tutta l’isola.

“Ridicole – ha tuonato la consigliera regionale – le paure di chi crede che dietro l’interesse di dissolvimento dei confini amministrativi che persistono a Ischia ci sia la volontà di spianare la strada a politici navigati come Domenico De Siano o Giosi Ferrandino. Ischia è matura per avere uno strumento amministrativo moderno, coeso che aprirebbe le porte a una miriade di agevolazioni economiche ma anche amministrative di non poco conto. Il sindaco del comune di Ischia lo decideranno i cittadini, in piena libertà elettorale.

 

Ads

Antonello De Rosa

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex