LE OPINIONI

IL COMMENTO Ischia, il turismo e la stagione che verrà

Non manca molto all’inizio della nuova stagione turistica, che si preannuncia ricca di incognite soprattutto in virtù dei recenti accadimenti che hanno sconvolto la nostra isola. Tra gli operatori pareri e previsioni sono discordanti, ma è chiaro che aleggia un sentimento di attenzione del mercato in generale (e dunque non solo alle prenotazioni private) e mi riferisco soprattutto ad operatori che devono programmare la stagionalità in anticipo. Ed è chiaro che la situazione di incertezza non aiuta, in tanti ci chiedono come procedono i lavori. Ecco perché a noi interessa sapere se con queste opere a carattere emergenziale noi riusciamo a tamponare in qualche modo la stagione e fare una discreta figura dinanzi a chi ci sceglierà come meta per le sue vacanze. E attenzione, quando parliamo di problemi da risolvere non ci riferiamo soltanto a Casamicciola ma anche ad esempio alle coste che hanno bisogno di essere messe in sicurezza. Da imprenditori, in ogni caso, vogliamo essere irriducibili ottimisti, ecco perché continuiamo a lavorare con Regione e Governo affinché promozione del territorio e comunicazione proseguano a tambur battente sia in Italia e all’estero: e le iniziative attualmente in essere a Milano e Roma sono un segnale tangibile dell’attenzione delle istituzioni. Non solo, avremo anche spazio e visibilità alle prossime fiere nazionali e internazionali, con un sicuro ritorno d’immagine.

Restiamo poi in contatto con la segreteria del ministro Santanché, alla quale abbiamo trasmesso un documento con le nostre poche richieste per “affiancarci” alla campagna che l’ENIT sta già portando avanti. Vorremmo proporre ulteriori iniziative ed eventi per Ischia e Ischia, c’è in cantiere anche una sorpresa di natura termale che stiamo studiando con Peppino Di Costanzo. Non lesineremo sforzi ed impegni nella speranza che siano risolti alcuni problemi. Il primo, di fondamentale (anzi, addirittura vitale) importanza è quello legato al porto di Casamicciola che rappresenta uno snodo cruciale e che speriamo possa trovare una soluzione in tempi rapidi. Per il resto mi auguro che si presti sempre maggiore attenzione al territorio, che noi isolani ci rendiamo conto che viviamo in una terra straordinaria e che dobbiamo preservarla in ogni modo. Evitiamo le brutture e rendiamo noi per primi Ischia più bella, non c’è ricetta migliore per rimanere ai vertici del mercato turistico.

* PRESIDENTE FEDERALBERGHI ISCHIA

Articoli Correlati

5 1 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex