LE OPINIONI

IL COMMENTO La moda detta, ma lo stile resta

È finito Sanremo ma le polemiche comunque imperversano, sia sui social che sui giornali. Le critiche fanno parte sempre della vita, le si possono accettare, si possono contestare, ormai si può fare tutto. Non ci sono regole per niente e questa volta a fare “rumore” tanto per restare a tema è Emma Marrone che proprio non ci sta alla critica del giornalista Davide Maggi, il quale ha espresso il suo parere, dicendo che quando si hanno delle gambe importanti si evita di mettere le calze a rete. È scoppiata una polemica senza fine con dei messaggi sbagliati ed anche esagerati. La cantante ha riferito che se da una parte ci sono sono persone come lei, capaci e mature da prendere certe parole con ironia e ci passano sopra, ci sono tante ragazze, magari giovanissime, che per colpa di parole come quelle potrebbero cadere in un buco nero senza fine. Parole senza dubbio molto dure quelle di Emma Marrone nei confronti di Davide Maggio. Parole e accuse che hanno evidentemente spinto tutti i suoi fan ad attaccare senza remore il giornalista, che toccato nel profondo dalle accuse e dagli attacchi del popolo del web, ha deciso di replicare a sua volta, sempre sfruttando i social network.

Maggio ha accusato Emma di aver aizzato gli haters contro di lui, per poi invitarla a vergognarsi. Non proprio un siparietto simpatico, a dire il vero il giornalista ha sbagliato a porre il messaggio, le calze a rete sulle gambe di Emma anche se importanti andavano benissimo, soprattutto sull’ outfit con l’abito liscio tutto nero, ma non stavano assolutamente bene nell’ultima sera sotto l’abito di Gucci interamente di pizzo. Un abito bellissimo e portato benissimo, assolutamente non volgare ma le calze a rete stonavano in maniera pesante. E qui c’entra solo il buongusto, lo stile che a Sanremo quest’anno è mancato un po’. Canzoni bellissime ma un Irama in una rete da pesca anche se firmata Givenchy, Michele Bravi che stupisce vestito da Fausto Puglisi per la Maison Cavalli, Valentino per i vincitori, particolari in chiffon forse un po’ azzardati, ma portati con molta classe. La vera lezione di stile a Sanremo l’ha dettata Drusilla Foer, lei sa bene quello che vuole, la sua è un’eleganza innata. Sa come vestirsi e per una sarta è facile seguirla. “Ha buon gusto”, Rina Milano descrive così lo stile di Drusilla Foer, la co-conduttrice di Amadeus nel corso della terza serata del Festival indosserà otto abiti, due dei quali realizzati ad hoc per Sanremo 2022, gli altri invece fanno già parte del suo archivio personale. Drusilla in conferenza stampa ha affermato infatti quanto sia importante attingere al proprio guardaroba per evitare sprechi scegliendo abiti che durino davvero per la vita. “Dobbiamo far passare il segnale che l’economia italiana deve ripartire dal basso, dalle sartorie, dagli atelier piccoli”, ha affermato Drusilla in conferenza stampa. Un messaggio sussurrato quanto incisivo, quello di Drusilla Foer, che ci riporta indietro nel tempo per quanto riguarda la moda, quando Coco Chanel, nel dopoguerra, ha liberato le donne dai corsetti, inventando i tailleur, è stata la prima a farci indossare dei pantaloni, con delle linee comode e con tessuti semplici non preziosi, come il panno, c’era la povertà, la miseria e ci ha insegnato ad essere femminili ed eleganti con poco. Uno stile che detta ancora le regole, ma ci vuole buongusto, la moda suggerisce delle proposte, che si possono personalizzare per vestire meglio secondo quello che ci dona di più. Colori, forme, tessuti diversi, la moda offre talmente tanta scelta da personalizzare, ma se una cosa non veste bene, non va indossata perché va di moda. Va indossato quello che ci sta bene, che ci dona, che migliora la nostra figura e soprattutto quello che ci fa sentire bene a nostro agio, senza dimenticare che la moda cambia di continuo, anche troppo, lo stile rimane come l’eleganza e la classe nel saper portare un abito.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex