CRONACA

In 40 assembrati, denunciato il titolare di un pub foriano

Erano seduti senza rispettare la prescritta distanza di sicurezza, l’intervento degli uomini del Nucleo Radionmobile: i controlli presso le attività sono proseguite per l’intera giornata di ieri

La notizia era già filtrata nella prima serata di ieri e non a caso avevamo parlato dell’intervento delle forze dell’ordine già nell’edizione di ieri del nostro giornale. Adesso però arriva anche l’ufficialità dei provvedimenti adottati nell’ambito che i controlli che i carabinieri stanno eseguendo in tutta la provincia di Napoli per evitare assembramenti di persone nei locali pubblici, un fenomeno che continua a verificarsi nonostante le reiterate raccomandazioni ad evitarli che arrivano da ogni dove. E adesso è anche possibile cosa ricostruire domenica pomeriggio quando i militari dell’Arma, e nello specifico gli uomini dell’Aliquota Radiomobile di Ischia, coordinati dal luogotenente Sergio De Luca, hanno sorpreso ben quaranta persone assembrate all’interno di una paninoteca di Forio, “Il Panino” ubicata nella piazzetta di Citara. Un numero di avventori eccessivo e non a caso nessuno rispettava la distanza interpersonale di un metro: anche per questo il gestore del locale è stato denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria per il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

Non è da escludere che a mettere i carabinieri sulla pista giusta sia stata anche l’indignazione ed il tam tam scoppiato sui social non appena nel pomeriggio di ieri le foto del locale stracolmo di clienti praticamente ammassati l’uno accanto all’altro ha fatto il giro dei social: tra condivisioni e commenti di condanna, quelle immagini sono diventate immediatamente virali, al pari della passeggiata di massa sul Pontile Aragonese: ma è chiaro che in questo secondo caso, passeggiando le persone su una pubblica strada, non ci si poteva che appellare al loro senso civico e di responsabilità. Ma anche quella di ieri è stata una giornata di duro lavoro per gli uomini del comandante Angelo Pio Mitrione, che anche grazie al supporto del personale dislocato nelle varie stazioni ha “visitato” diverse attività aperte al pubblico invitando titolari e gestori a regolamentare i flussi e gli accessi in modo tale da garantire il rispetto delle norme di sicurezza sancite nell’ultimo DPCM. Un “invito” per fortuna raccolto da molti esercenti e che potrà tornare molto utile nell’ambito di quelle precauzioni anticontagio che si stanno assumendo in queste ultime delicatissime giornate. Ma non sono mancati altri provvedimenti in provincia di Napoli. A Casoria il titolare di un centro benessere è stato deferito perché aveva proseguito l’attività di accoglienza clienti nonostante le nuove normative vigenti, violazioni sono state riscontrate anche in tre attività di ristorazione di Grumo Nevano dove i clienti erano accalcati in spazi decisamente ristretti. In un locale di Ercolano, infine, sono state sorprese trenta persone che, sempre senza rispettare la prescritta distanza di un metro, celebravano la festa della donna: che, ovviamente, si è conclusa con una denuncia per il proprietario.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close