CRONACAPRIMO PIANO

In arrivo 8milioni di euro per le scuole dell’isola

I finanziamenti del Miur e del Commissariato per la ricostruzione serviranno per l’adeguamento antisismico degli edifici scolastici

La ricostruzione entra nel vivo. I Comuni di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio hanno inviato al Commissariato per la ricostruzione le quantificazioni del danno con gli importi da portare a finanziamenti relativamente alle scuole. Al momento, infatti, è stato già redatto un elenco degli edifici scolastici che necessitano interventi antisismici. Programmata, da parte della struttura del Commissariato per la ricostruzione, anche l’anticipazione finanziaria necessaria per le spese di progettazione.

I lavori riguarderanno la messa a norma e di aggiustamento totale delle strutture scolastiche ubicate nei territori dei tre Comuni del cratere. L’ordinanza per messa in sicurezza di questi edifici, però, non sarà adottata nell’immediato. Nella giornata di mercoledì sono stati acquisiti i pareri favorevoli dei tecnici. Prima di partire bisogna incassare l’ok del Ministero dell’Economia e del Miur, che pure ha finanziato una serie di interventi. La messa in sicurezza ed i lavori per rendere i plessi scolastici antisismici sono finanziati in parte dal Ministero dell’Istruzione che ha previsto un finanziamento di 2milioni e 600mila euro. Tutti gli altri interventi saranno finanziati dal Commissariato straordinario per la ricostruzione che ha già stanziato 8milioni di euro. Questi sono solo gli ultimi, in ordine di tempo, degli interventi posti in essere dalla struttura del Commissariato per la ricostruzione guidata dal prefetto Carlo Schilardi.

SONY DSC

Nella giornata di mercoledì l’ex prefetto di Caserta e Bari ha incontrato gli albergatori che non hanno potuto riaprire le proprie strutture dopo il sisma del 21 agosto 2017. Si tratta di otto imprenditori che hanno perso la propria attività perché danneggiata dal sima. “Dobbiamo pensare a loro”, ha detto Schilardi dopo averli incontrati. E non solo. Pronte anche le ordinanze per gli albergatori che hanno registrato una perdita di fatturato dopo il terremoto. Al momento sono circa 50 le domande presentate da albergatori di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio. L’ordinanza è estesa a tutta l’isola di Ischia ovvero a tutti i sei Comuni e riguarda la perdita di fatturato relativo ad aziende turistiche e quelle legate al mondo del turismo. Per l’attuazione dell’ordinanza sono stati stanziati 5milioni di euro. In base al numero delle aziende turistiche (stabilite in base ai dati Istat), sono stati divisi i fondi stanziati per i vari Comuni. A fare la parte da leone, il Comune di Ischia che si è visto stanziato, per le attività turistiche che sorgono sul proprio territorio, circa un milione e mezzo di euro. La somma minore, invece, spetta per le attività ubicate a Serrara Fontana. Per ottenere il beneficio economico gli imprenditori devono dimostrare di aver avuto una perdita di fatturato nei sei mesi successivi al sisma del 21 agosto 2017 prendendo in esame lo stesso periodo dell’anno precedente. Si tratta di una misura concreta per sostenere la prosecuzione dell’attività turistica e della attività connesse al mondo del turismo anche in considerazione del fatto che la sua operatività non è limitata alle sole aziende ubicate nell’area del cratere, ma interessa tutta l’isola di Ischia. Schilardi ed il suo staff sono stakanovisti. Lavorano anche 12 ore al giorno. Dal 22 febbraio, terminata la fase dell’emergenza, il commissariato è unico e si occupa della dell’assistenza alle persone e della ricostruzione. È di soli tre giorni fa l’ordinanza con la quale Schilardi ha messo a disposizione i fondi necessari per pagare il Cas – contributo di autonoma sistemazione – fermo ad ottobre. Garantiti immediatamente i pagamenti fino a gennaio. Tempo qualche giorno arriverà un altro decreto per garantire il pagamento fino al 28 febbraio. “Operiamo su tutti i fronti. Cerchiamo di non tralasciare nessun settore”, ci conferma il prefetto. 

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close