ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Quando la sede del Pciml venne imbrattata con croci celtiche

Nel consiglio comunale tenutosi a Forio martedì scorso 23 gennaio 2018 e che passerà alla storia per il tentativo, andato a vuoto, dell’amministrazione guidata da Francesco Del Deo e da Michele Regine di evitare le riprese del civico consesso alle telecamere del gruppo consiliare del PCIM-L chiedendo persino l’intervento delle Forze dell’Ordine, Domenico Savio citando l’articolo pubblicato lo stesso giorno sul quotidiano “Il Golfo”, chiedeva con forza che venisse cancellata la svastica apparsa all’esterno del mercato comunale. Quel simbolo di morte che nel secolo scorso ha provocato milioni di vittime e alla cui vergognosa presenza avevamo dedicato anche una diretta Facebook, finalmente in queste ore è stato cancellato con della vernice bianca. A dimostrazione che purtroppo  a Forio  episodi del genere non rappresentano certamente una novità, ricordiamo che nel settembre del 2010 ignoti imbrattarono le tabelle della sede del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista con svastiche e croci celtiche.

Gennaro Savio

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button