CRONACAPRIMO PIANO

Legnini e la ricostruzione sul modello Italia Centrale

Ieri nuovo incontro tra il sindaco Castagna e il Commissario: si discute l’estensione all’isola d’Ischia della disciplina normativa dedicata all’emergenza sismica del 2016

Nuovo incontro tra il neo-commissario alla ricostruzione Legnini e il sindaco di Casamicciola Giovan Battista Castagna. Era stato il primo cittadino a chiedere questo nuovo vertice, che si è svolto ieri nei locali dell’ex Capricho, a cui hanno partecipato anche i tecnici comunali, quelli della struttura commissariale partenopea, ma anche quelli che collaborano col commissario a Roma in relazione alla ricostruzione delle zone dell’Italia Centrale colpite dal sisma del 2016. E proprio una importante ordinanza emanata per l’Italia Centrale, la n.100 del 2020, è stata al centro dell’incontro di ieri. Si è infatti discusso della possibilità di applicare tale ordinanza anche ai fabbricati legittimi o legittimati dell’isola d’Ischia, che consentirebbe di demolire e ricostruire secondo i dettami più moderni gli edifici colpiti dal sisma del 2017. Un problema ben noto è quello costituito dal destino dei fabbricati costruiti prima del 1945, per i quali finora è stabilito che gli interventi possono consistere in opere di restauro o di risanamento conservativo. Invece con l’applicazione dell’ordinanza n.100 tali interventi potrebbero estendersi a vere e proprie opere di ristrutturazione, più idonee per edifici colpiti duramente dal sisma.

Il recente decreto milleproroghe ha infatti esteso l’applicabilità all’isola d’Ischia dell’articolo 12 della legge 189/2016 di ricostruzione dell’Italia Centrale. L’articolo in questione riguarda appunto la procedura per la concessione e l’erogazione dei contributi, e costituirebbe il collegamento normativo per l’estensione della citata ordinanza anche ai tre comuni del cratere isolano.

Si tratta dunque di una possibilità a cui il Comune di Casamicciola, quello maggiormente colpito dal terremoto del 21 agosto di cinque anni fa, guarda con estremo interesse, viste le circa duemila schede Aedes sul territorio. Legnini ha preannunciato una nuova venuta sull’isola già per la settimana prossima; parallelamente il Commissario sta già incontrando vari esponenti della Soprintendenza e della Regione per arrivare a una possibile applicazione condivisa della soluzione che consentirebbe una fase di ricostruzione più rapida e decisa. Si è parlato anche della questione relativa alle istanze di condono, con la necessità di chiarire alcuni aspetti insieme alla stessa Soprintendenza.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex