CRONACAPRIMO PIANO

Messa e fiaccolata in ricordo delle vittime tra Fango e Piazza Maio

Questa sera si parte alle 19 con la celebrazione del rito liturgico: alle 20.57 suonerà il silenzio, poi i saluti istituzionali: tra i presenti anche Vito Crimi e Angelo Borrelli

Tra Lacco Ameno e Casamicciola, nelle aree alte del paese, quelle che dalla Borbonica conducono al Maio. E’ lì che la furia devastatrice della natura ha prodotto i suoi danni maggiori due anni orsono ed era giusto ritrovarsi lì per le commemorazioni del caso.

Il programma della vigilia è assolutamente confermato, la sola celebrazione della Santa Messa in programma al Fango nelle adiacenze della Chiesa di San Giuseppe (a cura del decanato Casamicciola Terme-Lacco Ameno e concelebrata dai parroci don Gino Ballirano, don Gioacchino Castaldi, don Carlo Mazzella e padre Pietro Boniello) avrà inizio alle 19.30 e non alle 19. Poi il momento più suggestivo della serata, quando alle 20.15 partirà la fiaccolata che dal Fango, percorrendo via Borbonica, arriverà a Casamicciola Terme, in Piazza Maio. Che, ormai è noto a tutti, è l’epicentro del violento e drammatico sisma del 21 agosto 2017. Giunti a destinazione, alle 20.57, l’orario fatidico della scossa di terremoto, ci sarà il suono del silenzio a cura del maestro trombettista Matteo Maria Starace e poi sarà il momento dei saluti istituzionali.

A prendere la parola saranno tra gli altri il commissario per la Ricostruzione Carlo Schilardi, il capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, il senatore e sottosegretario Vito Crimi, i sindaci Giovan Battista Castagna, Francesco Del Deo e Giacomo Pascale, il vicepresidente della giunta regionale della Campania Fulvio Bonavitacola e il consigliere metropolitano Raffaele Cacciapuoti. Proprio quest’ultimo, alla vigilia dell’importante appuntamento, ha sottolineato che “parteciperò con vivo ricordo alla fiaccolata in memoria delle vittime di quel tragico terremoto, che spezzò l’ultimo squarcio d’estate a Ischia. Immediatamente dopo il terremoto tutto l’apparato della Città Metropolitana si mosse per prestare i primi soccorsi, sia con il personale sull’isola, sia inviando mezzi e uomini dal terra ferma.

Il lavoro sulle strade e sulle scuole è stato imponente ed importante e sta procedendo con buoni ritmi grazie alla collaborazione di tutto l’apparato incaricato a gestire la ricostruzione. Il nostro impegno sarà massimo finché anche l’ultima pietra non sarà rimessa al proprio posto”. Ricordiamo che la prevista manifestazione “Casamicciola in festa” è stata annullata di comune accordo tra l’amministrazione comunale, i commercianti e gli organizzatori dell’evento.

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close