CULTURA & SOCIETA'SPORT

Traina d’altura, non solo sport: una tre giorni all’insegna della solidarietà

Significativa raccolta di fondi a favore dell’associazione “Smile”, una Onlus attiva in Italia dal 2000 con oltre 120 volontari medici, infermieri e operatori sanitari

Una tre giorni di sport e non solo. Questo è stato il 56esimo Campionato Italiano di Traina d’Altura appena terminato nelle acque di Forio. A latere della manifestazione sportiva c’è stato molto altro. Nel corso delle tre serate del campionato di traina d’altura c’è stata una raccolta fondi a favore della fondazione smile. “Il leitmotiv delle serate – ha detto Massimo Bottiglieri – è stato: “Non possiamo aiutare tutti, ma tutti possiamo aiutare qualcuno”.

Con questo motto abbiamo portato avanti una raccolta fondi così come fatto in passato”. I fondi raccolti saranno destinati alla fondazione il cui vicepresidente nazionale è il dottor Domenico Scopelliti. La Fondazione Operation Smile Italia Onlus è attiva in Italia dal 2000 con oltre 120 volontari medici, infermieri e operatori sanitari, impiegati nelle missioni mediche che si svolgono nel mondo e in progetti di cura nazionali ed internazionali. La Fondazione contribuisce alla sostenibilità dei programmi internazionali attraverso attività di raccolta fondi e donazioni in denaro di privati ed aziende. Inoltre, è attiva in Italia con i progetti “Smile House”, “Un Mare di Sorrisi” in collaborazione con la Marina Militare e “World Care Program”. “La fondazione si occupa di ‘regalare sorrisi’ ai bambini”, spiega ancora Bottiglieri. “E non in questa tre giorni abbiamo cercato di regalare tanti sorrisi”. Nella tre giorni del Campionato non c’è stato solo spazio per sport e beneficenza. L’attenzione è stata alta sul tema ambientale. “Da un anno ci stavamo lavorando e con piacere sabato sera abbiamo annunciato un gradito regalo al porto di Forio: un “Seabin”, ci dice con entusiasmo Massimo Bottiglieri.

Il Seabin è un bidone raccogli-rifiuti di ultima generazione nato dall’intuizione di due surfisti australiani, Andrew Turton e Pete Ceglinsk. Si tratta di un dispositivo in grado di catturare fino a 1,5 kg di detriti galleggianti in un giorno e al quale non sfuggono le microplastiche fino a 2 millimetri di diametro, quelle che più minacciano gli ecosistemi marini. Una sorpresa graditissima e che aiuta l’ambiente. “È già in azione”, ci conferma Bottiglieri.  “Seabin” pompa fino a 25 mila litri d’acqua all’ora filtrandola con una pompa elettrica e trattenendo all’interno di un contenitore i rifiuti, ed è già stato installato nel porto di Forio per migliorare il livello di pulizia dell’acqua all’interno del porto. “Un gesto non soltanto simbolico ma che punta realmente al rispetto dell’ambiente per il quale ringrazio la Wirpool che ce l’ha donato”. E non è finita qui. “Sulla nostra isola manca un ecocompattatore. Ma ancora per poco”, assicura Bottiglieri. Si tratta di un macchinario per la raccolta differenziata in grado di ridurre il volume di bottiglie di plastica, flaconi di detersivi e lattine di alluminio e favoriscono il riciclo.

“Un macchinario costoso che presto arriverà sulla nostra isola grazie alla donazione da parte di uno dei nostri soci”. In pratica il Campionato Italiano di Traina d’Altura, vinto dall’equipaggio della Ischia Fishing, capitanato da Massimo Bottiglierie composto anche da Carmine Elia, Gabriele Varrella e Tony Panico, non è solo sport. Il prossimo anno, nel 2020, l’equipaggio isolano sarà in Senegal per il Campionato Mondiale.

L’attenzione al tema ambientale è stata ben dimostrata anche con la presenza sabato durante la serata conclusiva dei ragazzi di “Plasticless”. “rappresentano il nostro futuro ed in modo concreto, con le continue iniziative, stanno dimostrando che realmente hanno a cuore le tematiche ambientali”. E conclude capitan Bottiglieri: “Siamo pronti a far tornare gli equipaggi sulla nostra isola. Tutti i partecipanti sono rimasti entusiasti di questa tre giorni e noi abbiamo ancora tanto da raccontare e mostrare ai nostri ospiti”….

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close