ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Tutela del territorio, accordo tra Comune e autorità di Bacino

PROCIDA. Nei giorni scorsi, a Caserta, in presenza del Sindaco di Procida Raimondo Ambrosino, dell’Assessore Antonio Carannante, e del Segretario Generale dott. ssa Vera Corbelli, è stato sottoscritto un importante Accordo di collaborazione tra il Comune di Procida e l’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino Meridionale. Come noto, quest’ultima è organo competente di pianificazione e programmazione interdisciplinare in campo di gestione del rischio (frane, erosione costiera e mareggiate ecc.) e delle risorse acqua e suolo. -La tutela del territorio della nostra isola, così fragile specie a causa del fenomeno della erosione costiera, è una priorità di quest’amministrazione. Infatti abbiamo presentato diversi progetti, dalla difesa del costone di Terra Murata fino a quello di tutela delle spiagge di Marina Chiaiolella – afferma l’Assessore Carannante – per cui avere la possibilità di collaborare con l’Autorità di Bacino è un’occasione che ci rende fiduciosi per il futuro perché permetterà di concordare insieme gli interventi da realizzare sulle aree costiere snellendo le procedure .

L’Accordo si prefigge di garantire la massima collaborazione nella pianificazione e gestione delle diverse di ogni intervento strutturale e non strutturale sulle coste dell’isola di Procida, al fine di intervenire nella maniera più rapida possibile. E’ anche previsto un “Laboratorio Procida” per la sperimentazione di ricerche ed azioni volte alla Sostenibilità idrogeologica ed Ambientale, all’adattamento ai cambiamenti climatici e allo sviluppo di servizi eco sistemici. Procida sarà in questo senso un progetto pilota a livello nazionale. Entro trenta giorni andremo a costituire un tavolo tecnico per iniziare a lavorare.Tengo infine a ricordare che tutto nacque nel Convegno del 14 aprile scorso (in occasione della presentazione del Piano Particolareggiato per il progetto dell’ex Carcere a cura dell’arch. Rosalba Iodice) ove sottoscrivemmo anche un Protocollo d’intesa con l’Università Federico II di Napoli – Dipartimento di strutture per l’Ingegneria e l’Architettura – per l’inserimento del Palazzo d’Avalos tra i prestigiosi cinque progetti PRIN (Progetti di Rilevante Interesse Nazionale). Sono passi importanti per il futuro della nostra isola che nascono da incontri istituzionali che abbiamo sempre stimolato, e continueremo a farlo. I frutti iniziano a vedersi concretamente – conclude l’Assessore Carannante.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex