Statistiche
POLITICAPRIMO PIANO

A volte ritornano, la Galasso assessore: «Ma era già tutto previsto»

Intervista con un conosciuto ed apprezzato volto femminile della politica foriana. Che dopo il secondo rimpasto del sindaco Del Deo torna in giunta. Ma spiega che non è affatto una sorpresa

Ritorni a ricoprire il ruolo di assessore, te lo aspettavi o si è trattato di una sorpresa?

«Era già in programma da tempo. Con il sindaco Francesco Del Deo avevamo già concordato che a gennaio ci fosse un cambio all’interno dell’esecutivo. Non c’è stata alcuna sorpresa».  

È il secondo rimpasto di giunta per il sindaco Francesco Del Deo in poco più di un anno di amministrazione. Tutto nella norma, ossia una rotazione prevista, o c’è dell’altro?

«Il sindaco già nel corso della presentazione della prima giunta aveva annunciato che dopo sei mesi avrebbe modificato la giunta dando spazio ai consiglieri comunali. In una prima fase solo il vicesindaco Mario Savio e l’assessore Angela Albano venivano dal consiglio comunale, mentre il resto dell’esecutivo era formato da componenti esterni. Ma come annunciato, era previsto questo cambio all’interno della giunta».

In che cosa giudichi positivo l’operato amministrativo fin qui e che in che cosa l’azione politica dovrebbe essere a tuo avviso incisiva?

Ads

«Questa amministrazione comunale sta proseguendo il lavoro già cominciato nel corso del precedente mandato. Tutto ciò che nel precedente quinquennio era stato programmato adesso sta venendo alla luce. La strada che stiamo percorrendo è quella giusta. Ed è sotto gli occhi di tutti. Il problema che dobbiamo affrontare ogni giorno è dover affrontare le emergenze. Per questo non riusciamo sempre a programmare tutto, ma questo è colpa anche della burocrazia che porta a dover lavorare in affanno in alcuni uffici».  

Ads

Un po’ di tempo fa lanciasti la crociata per la sosta gratuita ai ciclomotori ed alcuni videro in questa tua iniziativa una sorta di braccio di ferro col sindaco. A distanza di mesi, cos’è realmente accaduto?

«Non ho cambiato idea. Ho sempre ritenuto che i ciclomotori dovessero sostare gratuitamente. Ne sono fermamente convinta perché credo che sia da incentivare l’uso delle due ruote rispetto alle automobili. Ne gioverebbe la mobilità e la viabilità di Forio, in primis. Al di là di questo sono abituata a dire ciò che penso e far presente le mie idee. E da qui ho fatto la mia proposta all’amministrazione comunale. Non è un braccio di ferro con sindaco né con altri dell’amministrazione. Ho semplicemente un’idea diversa da quella della maggioranza».

Di recente a Forio si è molto discusso per l’esito del concorso degli 11 amministrativi. Che idea ti sei fatta?

«La politica non deve entrare nel merito dei concorsi in generale. E questa regola vale anche per Forio. Ben vengano i concorsi pubblici e le assunzioni. Si tratta di atti amministrativi nei quali la politica deve starne fuori».  

La politica può fare a meno delle donne e le quote rosa sono ancora necessarie per assicurare una politica di genere?

«La politica non può e non deve fare a meno di noi donne. Possiamo dare un quid in più. Sono d’accordo con le quote rosa che riservano delle quote alle donne perché troppo spesso c’è ancora l’idea che le donne debbano restare ai margini della politica. Credo che quindi siano necessarie queste tutele per consentire alle donne di partecipare appieno alla vita amministrativa. Ciò non toglie che uomini e donne debbano camminare insieme per una buona politica».  

Tra i nuovi assessori c’è anche Luigi Lamonaca, una new entry. Che consigli gli daresti?

«Sono contenta di questa ’new entry’. Auguro al professore Lamonaca di non perdere mai il suo entusiasmo e di trasferirlo in giunta. Lo stesso entusiasmo che ogni giorno lo accompagna nella sua vita di docente”.  

A quale provvedimento stai lavorando?  

«Sburocratizzazione della macchina amministrativa, commercio, lotta alla ludopatia e tutela del panorama. Questi sono i punti di partenza della mia nuova esperienza amministrativa senza dimenticare la valorizzazione di alcune zone abbandonate del paese riportandole a nuova vita”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex