Statistiche
LE OPINIONI

«Caffè Scorretto» «I miei consigli a un possibile aspirante sindaco, parte 2.0»

Premessa 1. Aspiri a diventare sindaco di Lacco Ameno, ma solo dopo aver messo da parte il pacchetto di qualità che hai acquisito e maturato negli anni della tua esperienza politica decennale? Hai capito che fare annunci dal palco, in campagna elettorale, senza mai realizzarli, ti è servito invece che usarlo per performance canore e comunque ti garantirà ancora per molto il risultato? Sei convinto che sia essenziale solo sbandierare il cambiamento usando parole come “progetto” e “programmazione a 25 anni” per confondere le acque e non modificare una bene amata cippa? Non preoccuparti mio caro aspirante Primo Cittadino.

Hai già percorso metà della strada per diventare come sei sempre stato ed adeguarti alle logiche della spartizione del potere, mantenere le tue pecche e passeggiare col sorriso sulle labbra come Belen che dopo aver rotto la relazione con Stefano De Martino e aver vissuto una calda estate, adesso va in giro con l’hairstylist Antonino Spinalbese (che ha 25 anni, come la tua programmazione del futuro). Per completare l’addestramento e raggiungere il picco della mancanza di prospettiva, ti basterà raschiare il barile delle incapacità o quello delle alzate di mano a comando. Durante il mandato, da associare allo sguardo minaccioso ti converrebbe indossare la fascia tricolore sulle spalle perché l’inverno, a causa del Covid e della situazione economica disastrosa in Italia, potrebbe essere lungo. Magari indossala anche come un novello Rambo pronto a fare piazza pulita di presenze eccessive e di ciò che funziona perché se elimini le carenze il dubbio potrebbe nascere sulle labbra degli stolti. Questo ti renderà famoso come un tronista della De Filippi mentre firma autografi e non paga alle cene perché è meglio se pagano gli altri, alle cene. Diciamolo, la fascia ciclostilata ha i suoi benefici ma è inservibile senza l’ausilio di particolari demeriti acquisiti sul campo, in fin dei conti e come tenere i calzini mentre fai sesso.

Come dici? Hai bisogno di consigli su come fare il sindaco? Cercherò di darti qualche suggerimento, nella presunzione che una breve lista possa darti la giusta illuminazione e integrarsi perfettamente alla tua e farti ripiombare sul castello feudale. Perciò, come dissi qualche tempo fa, forse potrebbe pure servire, magari, un pellegrinaggio alla Madonna di Zaro. Corre voce che forse sia stata proprio lei ad ordinare l’investimento della fascia in qualche fondo estero poiché il tricolore produce sempre il suo misericordioso effetto e favorisce la gestione di approdi turistici. Dunque. 1) Intanto se ancora non lo possiedi compra un costume da feudatario che fa comunque chic. Potrai tirarlo fuori tra 25 anni e dire di aver realizzato il futuro. Basta poco alla gente per essere felice, falle credere che l’hai comprato investendo soldi tuoi. Tirale un po’ di polvere magica negli occhi per darle l’allegria, un poco di pane e sano divertimento ti consentiranno di dissimulare ed evadere. Dopo tutto non serve pensare a come renderlo moderno questo comune che alla fine è solo una rottura di cojones, basta sciorinare di avere un progetto per risollevarlo dal suo confine dell’impraticabilità per poi sottrarsi alle responsabilità e dare solo la percezione che si sta muovendo qualcosa. Tu, intanto, resta fermo. 2) Visto che il costume, mi auguro, lo prenderai in dotazione permanente, già che ci sei cerca di scansare le persone con virtù che potrai incrociare sul cammino amministrativo. È un avviso che mi sento di farti perché le insidie della voglia di buon governo possono nascondersi dappertutto. Insomma, meglio restare furbi e miopi e far finta di non capire perché amministrare Lacco Ameno è come giocare al Monopoli ed acquistare case e alberghi resta pur sempre l’attività principale e redditizia. Non ampliare il tuo panorama e le prospettive per proiettare il comune nel futuro, è un comportamento che porta seri problemi e ti distrae dalla tua attività fondamentale. Non scimmiottare i Comuni virtuosi che cercano di abbattere il carico fiscale per i cittadini cercando di migliorare, per esempio, la raccolta differenziata magari facendo pagare la tassa sui rifiuti anche agli alberghi. 3) Non intervenire per migliorare le condizioni di lavoro dei “tuoi” cittadini e non chiedere il rispetto delle regole. Non dire una parola, non muovere un dito per i terremotati, mi raccomando. 4) E’ necessario che tu rimanga vigile, ma non sforzarti troppo perché rischi di perdere energie che dovrai investire per favorire i tuoi amici e ottenere il dovuto tornaconto.

Magari proprio per lasciare la tua amministrazione in piedi e non rischiare di farla cadere per un colpo di coda da parte di intrusi nella maggioranza farai bene a liberarti di loro visto che vogliono fare la stessa cosa con te. 4) Dici sempre che non ci sono soldi nelle casse comunali e semina la Corte dei Conti. 5) Blocca le idee innovative che dovessero arrivarti sotto forma di progetti e non migliorare le condizioni economiche dei cittadini di Lacco Ameno che, nel 2017, hanno dichiarato solo 16 mila euro all’anno mentre in Campania la media ha toccato 27 mila euro e in Italia raggiunge i 37 mila euro. 6) Non creare posti di lavoro, anzi se proprio devi e ti senti obbligato nei confronti di un miglioramento apparente lasciali dipendenti a vita. 7) Se ti fai vedere in giro con qualche gnocca o a cene di gala, è meglio per tutti.

Premessa 2. Hai una alternativa: non fare niente di quello che ti ho suggerito precedentemente. Anzi, al contrario tenta un’operazione diversa: trasforma Lacco Ameno in una piccola roccaforte degli Emirati Arabi e goditi lo spettacolo perché la gente ti ricorderà per molto, molto tempo.

Ads

Pagina Fb Caffè Scorretto di Graziano Petrucci

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Not in my name

La bella gnocca già la tiene la porta a prendere il caffè ad Ischia Ponte

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex