Statistiche
LIFE STYLE

Il mio viaggio temporale nella moda: il “vintage”

Licia Barbieri, la nostra musa ispiratrice ischitana della moda, ci porta indietro nel tempo raccontandoci la sua rivoluzione contemporanea dello stile

Il vintage oggi è sicuramente una risorsa. Ci stiamo innamorando nuovamente delle nostre cose e di conseguenza reagendo bene al consumismo.

Non è una moda, ma una tendenza, che ha molto da raccontare e da proporre nei più svariati settori, addirittura dal make-up, dalla danza allo stile vero e proprio.

Oggi, negozi, botteghe, mercatini, sono sempre affollati e richiestissimi da chi nell’immediato è alla ricerca di originalità e autenticità.

Se parliamo di riciclo, si apre un mondo e dare a un abito una seconda possibilità, vuol dire che stiamo contribuendo globalmente a sostenere un approccio green.

Licia Barbieri,    la nostra “influencer” ischitana da sempre, sostenitrice dello scintillante ed esclusivo mondo del démodé, sin dagli anni 2000 , ha cercato di far emergere la sua passione della moda contrastando gli stili nati sull’isola proprio in quel periodo.

Ads

È stata riconosciuta poi dalle più giovani, la pioniera dello stile vintage dell’isola. Ha sempre tirato fuori, insomma, uno stile che parla di carattere e personalità, ecco perché considerata una potenziale rappresentante di tendenze. È conosciuta per avere sdoganato il tabù dell’abbinare capi sportivi ed eleganti insieme, fino ad allora totalmente inaccettabili. Un po’ ribelle e fuori dagli schemi, ha sempre scelto capi di gusto, giocando spesso con stili diversi e talvolta opposti senza badare al concetto ben definito dettato dai negozi famosi di moda ischitani.

Ads

Licia, secondo te Ischia oggi insegue lo stile vintage?

«Ad Ischia, il vintage risulta oggi più autentico, creativo, originale, unico e persino artigianale. Mi capita di vedere quotidianamente alcune ragazze che indossano capi datati in modo versatile. E’ una sorta di testimonianza dello stile di un’epoca passata, per aver segnato profondamente alcuni tratti iconici di un particolare momento storico della moda».

Da dove nasce questo bisogno di tornare retro’?

«Il bisogno di tornare indietro secondo me, nasce dalla voglia di toccare tessuti più pregiati, raffinati, di osservare cuciture effettuate con attenzione, di indossare abiti tagliati da mani sartoriali, di trovare il particolare introvabile e scovare la propria unicità personale indossando un capo meno recente».

Il vintage ha delle potenzialità quindi?

«Solo un estimatore appassionato alle evoluzioni del costume, può distinguere un pezzo che ha delle potenzialità e che vale la pena conservare per qualche anno nel proprio armadio. Ritirarlo fuori quando il pezzo sarà scomparso dal mercato, sarà l’occasione più bella per sfoggiarlo come pezzo unico e che ovviamente non sarà più vendibile. Il vero affare, sarà proprio quello di sfoderare un’inclinazione retro’ originale ed esclusiva soprattutto».

Perché il vintage è così affascinante per te?

«L’amore che ho per il vintage è determinato dall’attaccamento affettivo molto profondo ad un ricordo del mio passato, un periodo della mia infanzia e dell’adolescenza speciale. Ancora ho dei flashback da rielaborare, ogni tanto amo rispolverare le vecchie foto di famiglia e prendere spunto da alcuni stili di mia madre e mio padre che trovo meravigliosi e incomparabili».

Lo stile “vecchio” è diventato quasi un simbolo…

«L’infatuazione verso la moda e lo stile del passato oggi è quasi simbolica. Indossare pezzi vintage, saperli mescolare fra loro e con capi contemporanei, rende appunto simbolico e autentico il mio stile. Riscopro in me un’identità, in parte già confermata dalle memorie del passato».

Già nel 2015, apri la tua pagina di moda su facebook “Lillyvintageshop” riscuotendo successo sull’isola e ampie visualizzazioni.

Ti piacerebbe ancora diventare imprenditrice sul web?

«Oggi, diventare imprenditori non è così semplice, non basterebbe un armadio di vecchi abiti di famiglia per cominciare. Attualmente, nell’era di internet è tutto cambiato, siti web, piattaforme di vendita online, app, offrono la possibilità di fare affari a prezzi davvero vantaggiosi. Ciò che mi rende orgogliosa, è di aver ispirato tante giovani ragazze dell’isola, e aver reso pubblica una mia grande passione in maniera contagiosa. Mi sento molto piccola in questo enorme mondo dei social, ma tutto ciò non spegne il mio desiderio di far conoscere il mio stile che si trasforma continuamente nel tempo».

Hai un amore smodato per la moda. Puoi dare un consiglio di stile alle giovani di Ischia?

«Ho un amore smodato per la moda, che non passa mai di moda. Ognuno ha il proprio stile, bisogna solo saperlo valorizzare senza rincorrere troppo le immagini stereotipate di modelle, fashion blogger e celebrities che ci dicono indirettamente cosa indossare e che a discapito della ricercatezza, poi ci fa sembrare tutte uguali. La moda è pura espressione di se stessi. Ecco perché amo esaltare un capo vintage, per ritrovare una dimensione di eleganza da far rinascere in un modo più originale e autentico».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x