ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

L’Ibsen celebra la giornata della Memoria col commissario Schilardi

CASAMICCIOLA TERME. Musica, letture, momenti di riflessione. Niente di affidato al caso. E’ stato così che i giovanissimi alunni della scuola Ibsen, ospitati presso Le Zagare di Casamicciola Terme, hanno celebrato ieri mattina la Giornata della Memoria. Lo hanno fatto con una serie di ospiti, uno su tutti: il commissario alla ricostruzione post sisma, Carlo Schilardi, giunto dalla terraferma per assistere a quello che come al solito è stato un evento molto toccante. Ovviamente a fare gli onori di casa c’era la dirigente scolastica Marinella Allocca e l’intero staff del plesso scolastico, ma anche il collega del Mattei, Antonio Siciliano, poi il sindaco di Casamicciola Giovan Battista Castagna accompagnato dal delegato alla Pubblica Istruzione, Nunzia Piro.

Un momento di dibattito è stato celebrato nella sala della scuola, alla presenza di bambini, docenti e alcuni genitori, col sindaco Castagna che ha preso per primo la parola ricordando l’importanza di giornate del genere e tessendo le lodi di preside e docenti che hanno voluto organizzare l’appuntamento in questione. Nel pomeriggio, il primo cittadino avrebbe esternato la propria soddisfazione per la manifestazione anche sui suoi canali social, commentando così: “La memoria rappresenta da sempre uno strumento fondamentale per ricordare gli errori – e gli orrori – del passato, ed evitare che si ripetano in futuro. Desidero ringraziare dal più profondo del cuore tutti coloro che hanno reso speciale la giornata della memoria che abbiamo celebrato questa mattina con i giovani alunni dell’Ibsen presso Le Zagare, alla presenza tra gli altri del commissario per la Ricostruzione, il prefetto Carlo Schilardi. Ma più di tutti ringrazio i bambini, per l’attenta e sentita partecipazione: a loro, classe dirigente del domani, è affidato il compito di non dimenticare tanta barbarie e di operare perché la stessa resti soltanto una ferita, per quanto mai rimarginata”.

Una studentessa del Lembo ha poi letto una toccante poesia, mentre il prefetto Carlo Schilardi ha voluto ricordare la tragedia della Shoah soffermandosi sull’articolo 3 della Costtuzione (Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali), poi il commissario ha letto Primo Levi e personalmente voluto visitare tutte le aule intrattenendosi con gli studenti e il personale docente. Poi il rompete le righe, con una giornata che – si spera – resterà a lungo impressa nelle menti e nei cuori di tanti bambini.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker