CULTURA & SOCIETA'

Ritorna la festa di Sant’Alessandro, appuntamento il 25 e il 26 agosto

Giovedì 25 l’appuntamento nella Pineta Nenzi Bozzi con lo spettacolo folkloristico, il 26 la tradizionale sfilata dal borgo di Ischia Ponte

Saranno circa 400 i figuranti che prenderanno parte alla 38° edizione della sfilata storica del costume ischitano nelle sue varie epoche. Promossa dall’Associazione Culturale Pro S. Alessandro, con il patrocinio del Comune di Ischia, il primo appuntamento è per domenica 25 agosto alle ore 21:30. I cortei storici di Marin, Popoli, Castelvetro, Ortisei, Val Gardena, Aberdeen – Scozia, insieme con i Mamuthones di Mamoiada, gli sbandieratori di Cava dei Tirreni e i falconieri del re di Milano, gemellati col Comune di Ischia, si muoveranno dal Borgo di Sant’ Alessandro per poi raggiungere la pineta Nenzi Bozzi.

Con loro anche il gruppo Ndrezzata di Buonopane e il balletto di Barbara Rumore; insieme daranno vita a esibizioni folkloristiche precedute dal saluto delle autorità. Un breve assaggio, questo del 25 agosto, che ci calerà nell’atmosfera del giorno successivo, quello della festa. Il 26 di agosto, alle ore 18:00 circa, dal Pontile Aragonese partirà il corteo storico del costume ischitano con i gruppi gemellati per poi muoversi lungo Pontile Aragonese, via Luigi Mazzella, Via A. Sogliuzzo, Via F. Sogliuzzo, Corso Vitttoria Colonna, Via Roma, Via Iasolino fino al Palazzo D’Ambra.

«La sfilata in costume d’epoca di Sant’Alessandro rappresenta la sintesi autentica della storia della comunità isolana; è giusto coltivare il ricordo per non disperdere la nostra anima. Ischia non è solo una località turistica particolarmente bella, ma è un luogo dove l’anima è viva e percepibile in maniera coinvolgente. Il 26 agosto partecipiamo al corteo ed emozioniamoci insieme». Così il Sindaco di Ischia Enzo Ferrandino. E’ Iniziato così il conto alla rovescia per uno degli appuntamenti più attesi dell’estate che, dopo lo stop dello scorso anno, torna a far sognare ischitani e turisti.

La macchina organizzativa si è già ampiamente mossa, le donne del borgo sono a lavoro per ultimare gli ultimi ritocchi ai preziosi vestiti e i figuranti sono già stati scelti e sono pronti per calarsi nel personaggio e accompagnare chi vi assisterà in un viaggio nella storia dell’isola. Come sempre, dal piazzale delle Alghe, partiranno tutti i figuranti dello storico corteo, attraverseranno via Antonio Sogliuzzo per poi calarsi nel corso di Ischia diretti alla volta del borgo di Sant’Alessandro, nel cuore dell’intera manifestazione. Giunta quest’anno alla 38° edizione, la manifestazione perde purtroppo uno degli appuntamenti storici, il premio intitolato alla memoria di Giorgio Buchner.

La serata, che dal 2005 si svolgeva il 24 di agosto, era un atto dovuto all’archeologo Giorgio Buchner che, da ragazzino, visse in quel borgo magico; dobbiamo a lui la scoperta di Ischia come prima colonia greca della Magna Grecia e una serata in suo onore era il minimo tributo allo studioso che tanto ha dato all’isola con le sue ricerche. La festa, comincerà dunque, il 25 agosto con una serata interamente dedicata agli ospiti gemellati con l’isola grazie a questa stupenda manifestazione. Il corteo dei soli ospiti partirà dalla chiesetta di Sant’ Alessandro e sfilerà fino in pineta Nenzi Bozzi dove, dopo il saluto delle autorità, ci sarà lo spettacolo. Saranno 400, invece, i partecipanti che prenderanno parte alla storica sfilata di venerdì 26 agosto che partirà come di consueto dal piazzale delle Alghe, «ci saranno gli abiti tradizionali – ha affermato Franco Napoleone, motore dell’intera manifestazone – e quelli della dominazione angioina che gli altri anni non c’era. Siamo certi che l’evento non sarà da meno e affascinerà, anche quest’anno, tutti i turisti che giungono a Ischia in questo periodo proprio per non perdersi l’appuntamento con la tradizionale sfilata».

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close