Statistiche
CRONACA

Si torna in classe dal 24, c’è il numero verde

L’assessore regionale all’istruzione, Lucia Fortini a Il Golfo: «ai genitori dell’isola di Ischia dico di non avere ansia. Tuteleremo sia il diritto allo studio che quello alla salute». Intanto la Regione Campania ha attivato un numero verde che da oggi consentirà la prenotazione a docenti e non docenti, studenti e familiari interessati dalla riapertura delle scuole da martedì 24 novembre.

Anche sull’isola d’Ischia, come per tutta la Regione Campania, le prime elementari e la scuola dell’infanzia riaprono martedì 24 novembre. Per tornare in classe gli alunni, i insegnanti, collaboratori e amministrativi dovranno fare i tamponi per il Covid19 su base volontaria. L’assessore regionale all’Istruzione Lucia Fortini, al Quotidiano Il Golfo, assicura: «In Campania sarà attivo il numero verde delle Asl per prenotare i tamponi Covid19 per gli studenti. I dati saranno inseriti nella piattaforma, ogni Asl fisserà l’appuntamento per le famiglie per fare il test al proprio figlio. Per i bambini ci saranno percorsi dedicati rispetto agli adulti. Lunedì 23 novembre, ci sarà una riunione con tutte le Asl per valutare gli esiti dello screening per il Coronavirus, sia per gli alunni, che per i docenti e personale amministrativo, in vista della riapertura delle scuole di prima elementare e infanzia, di martedì 24 novembre. Ai genitori dell’isola di Ischia dico di non avere ansia, se ci vorranno più giorni non sarà un problema. Il nostro obiettivo è far tornare i bimbi a scuola e garantire le lezioni in presenza, ma la condizione è che ci sia un livello di sicurezza elevato. Inutile fare le cose in fretta, bisogna farle bene e con serenità. Si devono tutelare sia il diritto allo studio che quello alla salute. Il tampone sarà facoltativo e farlo è una garanzia e tutela  per le famiglie».

   –  Assessore è confermata la riapertura delle scuole il 24 novembre?

«La data resta confermata per le prime elementari e la scuola d’infanzia. È evidente, però, che se ci sarà una percentuale bassa di bambini che effettueranno lo screening e quindi il tampone, l’Unità di Crisi valuterà e prenderà la decisione più adatta».

   – Quando è previsto l’incontro sulla valutazione dei dati degli screening?

«Lunedì 23 novembre ci sarà l’incontro per vedere i risultati degli screening, finalizzato alla riapertura il 24 in presenza. Venerdì abbiamo incontrato i sindacati e si è stabilito che le priorità per la didattica in presenza sono la scuola d’infanzia, la prima elementare, i laboratori per gli istituti superiori professionali e tecnici che soffrono di più con la didattica a distanza. Ma tutti i sindacati hanno poi rimandato all’Unità di crisi le valutazioni migliori per la tutela della salute. Anche i genitori in questi giorni ci stanno mandando centinaia di email chiedendo una riapertura in sicurezza. Altrimenti il rischio è che si riparta con la didattica in presenza, ma le aule siano vuote».

Ads

Ads

Articoli Correlati

Un commento

  1. Aprire ora…zona rossa con centinaia di positivi sull’isola????
    Vergogna…….fare politica con la pelle dei nostri piccoli.
    Qui a Ischia sarà una strage..annunciata…..siamo un’isola……delimitata dal mare
    scuole chiuse con 60 positivi….aperte con 700……che geni
    tanto mica rischiate voi….
    Buon covid……

Rispondi

Back to top button