CULTURA & SOCIETA'

Violino e pianoforte agli incontri della Fondazione Walton

Fine settimana impreziosito a Forio da un evento d’eccellenza con ospiti Alexey Osipov e Oxana Schevchenko, due giovani musicisti russi considerati astri nascenti su scala europea

Proseguono le attività concertistiche promosse dalla Fondazione Walton con doppi appuntamenti musicali settimanali. Ogni giovedi fino al 25 luglio sono in calendario gli appuntamenti sinfonici al Teatro Greco mentre nel week end è la volta delle formazioni cameristiche, ospiti degli Incontri Musicali diretti da Lina Tufano. Ed un appuntamento concertistico da non perdere è quello previsto domenica 14 luglio con il duo violino e pianoforte formato da Alexey Osipov e Oxana Schevchenko, due giovani musicisti russi considerati stelle nascenti del concertismo europeo. Il violinista Alexey Osipov, nato nel 1993 a San Pietroburgo in una famiglia di celebri musicisti, ha studiato nel Conservatorio della sua città, vincendo la borsa di studio Yuri Temirkanov come musicista più promettente dell’anno. Ha continuato gli studi a Losanna, in Svizzera, con Pierre Amoyal e poi in Italia presso la Scuola di Musica di Fiesole. Alexey ha vinto innumerevoli premi internazionali quali l’International Violin Competitions, Paris in Francia, l’Heerlen – Charles Hennen Concours in Olanda, e tanti altri premi in Italia e in Russia. Suona sia come solista che come camerista in tutta Europa e si è recentemente esibito al Vladimir Spivakov’s Festival a Mosca, al Kissinger Sommer in Germania, ad Abu Dhabi Classics, al Boston Russian Music Festival, alla Saint Petersburg Philharmonic Hall. Dal 2017 suona nella Saint Petersburg Philharmonic Orchestra sotto la direzione di Yuri Temirkanov.

Oxana Schevchenko è internazionalmente considerata una delle più promettenti giovani pianiste europee, sia come solista che in ambito cameristico. Dopo gli studi al Conservatorio Tchaikowsky di Mosca, Oxana si perfeziona a Londra e in Italia all’Accademia di S. Cecilia con Benedetto Lupo. La sua carriera inizia con la vittoria a soli 23 anni allo Scottish International Piano Competition, continuando con l’affermazione in innumerevoli competizioni internazionali (Sydney International Piano Competition 2016 in Australia, Sendai International Music Competition in Giappone, China International Piano Competition in Shanghai, Premio pianistico Busoni in Italia etc.). Si è esibita in alcuna delle Sale e Teatri più prestigiosi del mondo, sotto la bacchetta di celebri Direttori d’orchestra. Ha vinto numerosi Premi anche di musica da camera, riportando tra l’altro, il Premio come migliore pianista accompagnatore al Tchaikovsky International Competition di Mosca. Recentemente ha tenuto una lunga tournèe in Australia. Nel programma di domenica alla Mortella il duo Osipov-Schevchenko alternerà composizioni virtuosistiche per violino ad importanti sonate del ‘900, quale la raffinata sonata n. 2 di Ravel, composizione dell’ultimo periodo creativo del musicista francese: scritta tra il 1923 e il 1927 è una pagina di livello qualitativo altissimo che emana un fascino indiscutibile e che si può di certo annoverare tra i gioielli cameristici più importanti del ‘900. Il concerto si terrà alle ore 17.30 presso la Sala Recite nel cuore del giardino.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close